Me

Papa Francesco agli studenti: “Liberatevi dalla droga del telefonino”

Immagine di copertina

“Liberatevi dalla dipendenza del telefonino! Per favore”. Sono le accorate parole di papa Francesco, che ha ricevuto in udienza gli studenti del Liceo classico statale Ennio Quirino Visconti di Roma.

Il pontefice ha fatto appello alla cura della propria interiorità, al silenzio e all’ascolto della propria coscienza.

E poi è tornato sul tema del bullismo: “Il bullismo è un seme di guerra, combattetelo”, ha detto agli studenti.

La dipendenza dal telefonino è “molto sottile”, dice il papa, che non demonizza i dispositivi elettronici in generale. “Va usato ed è bello che tutti lo usino ma quando tu diventi schiavo del telefonino, perdi la tua libertà. È bello comunicare me c’è il pericolo che questa droga, perché il telefonino è droga”, ha specificato il pontefice.

Secondo il pontefice bisogna fare attenzione a non ridurre la comunicazione semplici contatti.

“Per favore non abbiate paura delle diversità. Il dialogo tra le diverse culture arricchisce il paese, arricchisce la patria: ci fa guardare avanti verso una terra per tutti non solo per alcuni”, ha detto poi papa Francesco.