Me

Brasile, Bolsonaro cala nei sondaggi nei primi 100 giorni di governo

Immagine di copertina
Jair Bolsonaro

Sono passati 100 giorni dall’insediamento del presidente Jair Bolsonaro [qui il suo profilo]. La sua elezione aveva generato diverse polemiche e i suoi primi tre mesi di Governo sono stati costellati da vari episodi che hanno scatenato la reazione dell’opinione pubblica.

Non ultima la decisione di commemorare la dittatura che dal 1964 al 1985 ha controllato il paese latinoamericano.

Dopo 100 giorni i sondaggi registrano però un dato molto importante: la popolarità del presidente Bolsonaro è in calo. A rivelarlo è la ricerca dell’agenzia Datafolha.

I dati però non sembrano interessare il capo di Stato brasiliano, che ha minimizzato i risultati del sondaggio.

“Datafolha? Non ho intenzione di sprecare tempo a commentare un sondaggio di chi diceva che avrei perso le elezioni al ballottaggio del 2018”, ha commentato il presidente Bolsonaro.

Il sondaggio, pubblicato sul quotidiano Folha de S.Paulo, ha evidenziato come solo il 32 per cento degli intervistati abbia ancora “un’immagine buona o ottima” del presidente, mentre il 30 per cento ha risposto di avere un’opinione “cattiva o pessima” di Bolsonaro.

Inoltre, il sondaggio realizzato da Datafolha ha mostrato come Bolsonaro sia il leader più impopolare, nei primi 100 giorni di governo, della storia politica del paese dal 1985 (anno della fine della dittatura) ad oggi.

>>Il presidente Bolsonaro vuole commemorare la dittatura e il golpe di Stato in Brasile