Me

Gli alberi abbattuti dal maltempo diventeranno violini Stradivari

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Gli abeti della Val di Fiemme abbattuti dalla tempesta che ha colpito la zona alla fine del 2018 diventeranno violini di Stradivari.

L’idea è nata dall’accordo tra Federforeste e la Scuola internazionale di liuteria di Cremona.

Le 2,5 tonnellate di tavole di pregiato legno di risonanza sono state affidate alla Scuola “Antonio Stradivari” per creare violini, viole, violoncelli e contrabbassi.

“I boschi della musica della Val di Fiemme sono in allerta per il maltempo – si legge nella nota di Federforeste – e si monitora lo stato di salute degli alberi rimasti in piedi insieme alla situazione dei tronchi scaraventati al suolo dalla furia della tempesta a novembre”.

Il legname per i liutai cremonesi è stato messo a disposizione in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e il Comune di Salò (Brescia). Ogni albero lavorato verrà utilizzato dopo una stagionatura di 3 anni.

Quattordici milioni di alberi sono andati distrutti lo scorso novembre. Faggi, abeti bianchi e rossi nei boschi del Veneto e del Friuli, del Trentino e dell’Alto Adige. L’equilibrio ecologico e ambientale è stato compromesso ed è a rischio la stabilità idrogeologica di vaste aree montane.

Hanno subito gravissimi danni la foresta di Val di Fiemme, in Trentino Alto Adige, e la foresta di Val Saisera, la seconda foresta per importanza per la presenza di abeti rossi dai quali si ricava il legno per realizzare gli Stradivari.

>Disastro maltempo Belluno. Un vigile del fuoco a TPI: “Siamo senza uomini e senza mezzi per la frana più grande d’Europa”

>L’allarme della Coldiretti: “Distrutti 14 milioni di alberi. Ci vorrà un secolo per tornare alla normalità”