Me

Basilicata, Varoufalkis sostiene uno dei candidati: “Sarà una regione a impatto zero”

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Le elezioni in Basilicata previste per domenica 24 marzo 2019 si avvicinano e iniziano ad arrivare gli ultimi endorsment ai candidati.

>Qui tutto quello che c’è da sapere sulle elezioni in Basilicata

>Qui tutte le liste e i candidati delle regionali in Basilicata

“Sto con Valerio perché il suo programma ha molto in comune con il nostro, è a favore del Green New Deal. La Basilicata ha la più grande riserva di petrolio d’Italia, con oltre il 70 per cento di petrolio e il 14 per cento di gas estratti”.

A pubblicare questo messaggio sui social in sostengo di Valerio Tramutoli, candidato di Basilicata Possibile, è l’ex ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis.

“Valerio vuole trasformare la Basilicata in una regione a zero emissioni e carbon free in dieci anni, con veicoli verdi e energia verde”, continua uno degli esponenti di Diem25 nel suo messaggio.

“Sarebbe una spinta enorme all’economia locale con un impatto molto positivo sull’ambiente. Con le politiche razziste e nazionaliste di Salvini, l’Italia sta affrontando tempi bui. Il vero problema della Basilicata non è l’immigrazione, ma l’emigrazione che sta portando i suoi giovani al nord Italia o all’estero”.

Dopo aver lasciato il governo greco del premier Tsipras, Yanis Varoufakis  ha fondato l’Internazionale progressista nota come Diem25.

Si tratta di un movimento paneuropeo e transfrontaliero democratico il cui obiettivo è salvare l’Europa dall’aumento di misantropia, xenofobia e nazionalismo, sentimenti che a detta dei suoi fondatori sta avvelenando l’Europa.

Diem con il tempo è cresciuto fino ad arrivare agli Stati Uniti: Varoufakis infatti ha dato vita ad un’alleanza con il democratico Bernie Sanders, dato tra i favoriti per le prossime elezioni americane del 2020. Da questo progetto è nata l’Internazionale progressista.