Me

La confessione delle figlie di Al Bano e Romina: “Nostra madre ha donato casa ai buddhisti, noi in albergo”

Immagine di copertina

Le due figlie di Romina Power, Cristel e Romina Jr, hanno dato spettacolo, invitate in televisione per il programma di Mara Venier, Domenica In. 

I genitori stanno diventando ospiti fissi nei programmi di intrattenimento, ma sono le due figlie a tirare fuori particolari più inattesi delle loro vite private. Attualmente Cristel Carrisi è in attesa del suo secondo figlio, mentre Romina Jr ha dichiarato alla conduttrice: “Io devo trovare la materia prima. Speriamo in un miracolo. Mi sono lasciata una settimana fa. È stata una decisione ponderata dopo un anno di convivenza. Quando non c’è compatibilità è inutile sforzarsi”.

Proprio Romina Jr ha detto di “essere stata penalizzata a causa del nome”: dopo aver studiato duramente per diventare attrice, nessun agente la vuole o crede in lei “perché con quel nome, dove va? Mi dicono”, ha spiegato la figlia d’arte.

Le due ragazze hanno parlato dell’infanzia felice a Cellino San Marco e del dolore per la separazione dei genitori.  Quell’episodio ha segnato la vita di Cristel e Romina: “I genitori pensano che i figli non capiscano, invece un figlio sente. Se ho sofferto? Sì, quando i tuoi genitori si separano è una grandissima sofferenza, non esiste un modo per farlo senza provocare sofferenza”, hanno detto.

Nel lungo dialogo negli studi di Domenica In, si parla però anche della fede Buddhista di mamma Romina. “Siamo in albergo, a Roma non abbiamo una casa perché c’è gente che medita nella nostra stanza da letto, e questa è mamma, che si deve ripulire il Karma”.

La cantante italo-americana moglie di Al Bano si è avvicinata al Gohonzon in seguito alla sparizione della figlia Ylenia, fatto in seguito al quale è arrivata anche la separazione da Al Bano.

Alle figlie non è mai andata giù e c’è ancora rabbia nelle loro parole: “Romina ha dato casa ai buddhisti”, raccontano in tv con disprezzo.

> Albano Carrisi è finito nella blacklist dell’Ucraina: “È una minaccia per la sicurezza nazionale”