Me

Un uomo ha tentato di investire la figlia 20enne: “Vuole vivere all’italiana”

Immagine di copertina

A Vercelli un uomo di origine marocchina ha tentato di investire la figlia 20enne con la sua automobile. “Vuole vivere all’italiana”, è stata la motivazione dell’uomo, che è stato arrestato per tentato omicidio.

La vicenda è accaduta a Livorno Ferraris, in provincia di Vercelli. L’uomo ha messo in moto la sua auto e si è scagliato contro la ragazza, che fortunatamente è stata colpita solo di striscio.

Il padre della ragazza la accusava di voler essere troppo indipendente e integrata con lo stile di vita occidentale.

La ragazza è stata portata in ospedale, e poco dopo è stata dimessa con una prognosi di pochi giorni.

L’episodio è arrivato al culmine di un litigio perché la ragazza voleva prendere il treno da sola e portare in giro il suo curriculum per cercare lavoro.

La ragazza non ha mai voluto portare il velo, gioca a basket e ha cambiato il suo nome da Meryan a Miriam.

“Il padre non voleva che uscisse con noi italiani ma Miriam vuole semplicemente essere una ragazza come tutte le altre, senza differenze di pelle o di nazionalità”, hanno detto le sue amiche, citate dal quotidiano Repubblica.