Me

È sparito il ritratto di Matteo Renzi a Palazzo Chigi

Ad accorgersene è stato il portavoce di Maurizio Landini

Immagine di copertina
Matteo Renzi

I risultati delle elezioni politiche del 4 marzo 2018 avevano, in qualche modo, spazzato via il Partito democratico dopo la schiacciante vittoria del centro-destra seguito dal Movimento Cinque Stelle. Nessuno, però, avrebbe mai immaginato che circa un anno dopo a Palazzo Chigi sarebbe sparito il ritratto di Matteo Renzi, ex premier e segretario del Pd.

Come ha notato Massimo Gibelli, giornalista e portavoce di Maurizio Landini – segretario generale della Cgil – nell’Anticamera della Sala Verde, quella in cui sono appese al muro le fotografie che immortalano i presidenti del Consiglio italiani, manca lo scatto di Renzi. Non perché non sia mai stato affisso, ma perché è semplicemente sparito.

“Quindi: avevamo finalmente messo anche @MatteoRenzi nel Wall of Fame di #PalazzoChigi‬. ‪Ora non più…‬ ‪Atto politico o… ‪#mistero”, ha scritto con ironia Gibelli su Instagram. E in effetti, l’immagine in cui era ritratto l’ex sindaco di Firenze si trovava esattamente accanto a quella di Enrico Letta e sotto quella di Giuliano Amato.‬

Il portavoce di Landini, che ha pubblicato lo scatto su Instagram il 15 marzo 2019, era proprio a Palazzo Chigi per l’incontro tra governo e sindacati sul decreto Sblocca cantieri. Un enigma, dunque, emerso da poco e che non sembra avere una soluzione a portata di mano.

Tutto quello che c’è da sapere sui progetti futuri di Matteo Renzi