Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Trapani, marito e moglie trovati morti in casa

Immagine di copertina

I carabinieri di Castelvetrano, in provincia di Trapani, hanno trovato i corpi senza vita di una coppia di coniugi. Si tratta di Luigi Damiani, 60 anni, idraulico e Rosalia Lagumina, casalinga di 48 anni.

La scoperta è stata fatta dopo che i vigili del fuoco, chiamati dagli stessi carabinieri, sono intervenuti per aprire la porta dell’abitazione.

A chiamare le forze dell’ordine, secondo le prime informazioni, sarebbe stato uno dei due figli della coppia che non riusciva a mettersi in contatto con i genitori.

Marito e moglie sono stati trovati morti nella loro abitazione di via Alcide De Gasperi, a Castelvetrano. Al momento non si esclude alcuna ipotesi e sul posto è atteso il medico legale.

A quanto si apprende i due erano in fase di separazione: per questo non si esclude che possa trattarsi di un omicidio – suicidio e si attendono i carabinieri del nucleo investigativo di Trapani che dovranno accertare anche le cause del decesso.

Sul posto anche la polizia scientifica per i rilievi del caso e il medico legale per certificare l’ora in cui i due coniugi sono morti. Non si sa ancora se si tratti di omicidio suicidio o se i due coniugi siano stati uccisi.

I due coniugi sono stati però ritrovati abbracciati e questo lascerebbe supporre che uno abbia ucciso l’altro e poi si sarebbe suicidato. Uno dei due figli, un giovane di 23 anni, era partito da pochi in cerca di lavoro al nord.