Me

Beverly Hills, la rabbia di Tori Spelling: per il reboot riceverà il cachet più basso di tutti

L'attrice americana ha accumulato molti debiti

Immagine di copertina
Tory Spelling

TORI SPELLING DEBITI – Beverly Hills 90210, negli ultimi tempi, è ritornato alla ribalta. Non solo per il reboot della serie televisiva, non solo per la triste e prematura scomparsa dell’attore Luke Perry, ma anche per i debiti accumulati dalla star Tori Spelling.

L’interprete, Donna Marie Martin nella serie, ha problemi di natura economica. Soprattutto dopo la morte del padre Aaron, che figurava appunto tra i produttori di Beverly Hills. Ma da quando l’uomo non c’è più, Spelling risulta essere il membro del cast che riceverà il compenso più basso per la “nuova” versione della serie tv.

“Pensava che avrebbe rastrellato fior di quattrini come negli anni Novanta. Invece il suo cachet è al limite del ridicolo”, ha sostenuto una fonte ai tabloid. “Tori non può più pretendere un grosso stipendio. Negli ultimi anni ha fatto solo reality Tv, ha la faccia deturpata dal botox e la sua reputazione non è un granché. Ha saputo solo sfornare marmocchi e francamente è fortunata che abbia persino ottenuto il lavoro”, ha continuato con tono pungente la fonte.

L’attrice di Beverly Hills, comunque, sembra essere andata su tutte le furie. Anche perché, negli ultimi anni, ha avuto grosse difficoltà in ambito finanziario. Secondo alcune indiscrezioni, Spelling avrebbe un buco di 300mila dollari, un mutuo sulla sua lussuosa villa da pagare e l’eredità del padre ormai agli sgoccioli.

Tutto quello che c’è da sapere su Luke Perry e Beverly Hills