Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Evra e Cristiano Ronaldo su WhatsApp: la chat prima di Juventus-Atletico Madrid

Immagine di copertina
Cristiano Ronaldo

EVRA CRISTIANO RONALDO WHATSAPP – Cristiano Ronaldo ha sempre creduto nell’impresa di battere 3-0 l’Atletico Madrid e volare ai quarti della Champions League. La prova è arrivata oggi dai social dove Patrice Evra, ex compagno di squadra del portoghese ai tempi dello United ed ex Juve, ha pubblicato la chat WhatsApp in cui i due parlavano della sfida di ritorno contro il Cholo Simeone 5 giorni prima della gara.

Il francese ha infatti pubblicato su Instagram il breve scambio di battute avuto con Cr7: “Fratello, conto su di te per il ritorno di Champions League – le parole di Evra -. Non ho mai avuto dubbi su di te. Ogni volta che perdete le persone mi “ammazzano””.

Evra Cristiano Ronaldo WhatsApp

Parole a cui Ronaldo ha risposto chiaramente: “Lo so, passeremo amico mio. In casa li distruggiamo”. La risposta di Evra: “Proprio così! Viva Ronaldo”. Incitamento a cui il portoghese ha risposto con una risata e un selfie in treno dove si trovava con la squadra.

Scambio di battute che Evra ha reso pubblico su Instagram con una didascalia: “Dietro le quinte… questi sono i messaggi che ci siamo scambiati io e Cristiano 5 giorni prima della grande rimonta – ha scritto -. Questo dimostra la confidenza, la rabbia e la determinazione del migliore giocatore al mondo – le sue parole -. Dovremmo ringraziare la mamma e il papà di Cristiano e anche Dio per averci dato una così bella persona e un grande giocatore”.

Poi ancora: “In ogni grande occasione dove la pressione è grande dimostra sempre di essere l’uomo giusto. Non siate gelosi, volevo solo condividere il mio pensiero con voi, e se non siete d’accodo non posso farci niente – ha aggiunto -. Divertitevi ma dovete riconoscere che è il più forte tra i più forti. E non provate a cliccare sullo schermo per il suo numero”. Insomma, i due – in particolare Cr7 – credevano eccome nella rimonta. E in campo si è visto. Eccome se si è visto.