Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Facebook, Instagram e WhatsApp cambiano le regole: le novità principali

Immagine di copertina

Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato sul suo profilo il lancio di una “nuova piattaforma”. Obiettivo: garantire la massima privacy agli utenti, aumentando la sicurezza e la protezione dei dati su tutti i servizi della società. Compresi, quindi, Instragram e WhatsApp.

“Credo che il futuro della comunicazione si sposterà sempre più su servizi privati e criptati”, ha spiegato Zuckerberg, “dove le persone possano sentirsi sicure che quello che si dicono l’un l’altro rimanga privato e che i loro messaggi e i loro contenuti non restino in giro per sempre”.

>>> Perché dovresti smettere di fare il login con l’account Facebook su altre app

Ecco le sei principali novità annunciate dal fondatore di Facebook.

Interazioni private. Gli utenti avranno luoghi “semplici e intimi” in cui controllare chi può comunicare con loro. Fondamentale la “fiducia” e la “sicurezza” che nessun altro possa accedere a ciò che condividono.

Crittografia. Le comunicazioni private tra utenti saranno ancora più sicure essere sicure. La crittografia end-to-end impedirà a chiunque, incluso lo staff di Facebook, di vedere ciò che le persone condividono-

Riduzione della permanenza. La ratio è la seguente: le persone dovranno essere a loro agio sul social senza preoccuparsi che ciò che condividono oggi possa tornare un domani a ferirle. Addio quindi alle storie e ai post rintracciabili “all’infinito”.

Sicurezza. Facebook ha comunicato che farà tutto il possibile per mantenere gli utenti in sicurezza sui servizi, n”ei limiti di ciò che è possibile in un servizio crittografato”.

Interoperabilità. L’obiettivo è fare in modo che gli utenti possano utilizzare ogni funzione dell’app per raggiungere i propri amici.

Archivio sicuro dei dati. Qui l’annuncio è di quelli importanti: Facebook non archivierà i dati sensibili in Paesi con “deboli standard in materia di diritti umani come la privacy e la libertà di espressione”. Obiettivo: “Proteggere i dati dall’accesso improprio”.