Me

Giardiniere piazza trappole esplosive per vendicarsi dei vicini: un morto e due feriti

Immagine di copertina

In Germania un medico è morto e due donne sono rimaste ferite a causa di due trappole esplosive piazzate da un giardiniere per vendicarsi dei vicini.

Secondo la polizia tedesca, dietro i due attacchi dinamitardi ci sarebbe Bernhard Graumann, 59 anni, ritrovato morto venerdì primo marzo.

Gli incidenti che vedrebbero coinvolto il giardiniere si sono consumati a Enkenbach-Alsenborn, comune di poco più di 7mila abitanti, e nelle zone circostanti.

Le autorità sono adesso alla ricerca di chiunque abbia avuto contatti con l’uomo per capire le cause della sua morte e il suo ruolo nell’omicidio del dottore e del ferimento delle due donne.

Sempre il primo marzo nella cittadina un ordigno nascosto nel terreno davanti alla porta di casa aveva causato la morte di un medico di 64 anni e ancora prima madre e figlia erano rimaste ferite dopo aver messo nella stufa un pezzo di legno che nascondeva una bomba artigianale.

“Ha avuto rapporti personali o di lavoro con tutte le vittime, e con tutte aveva avuto dei conflitti in passato”, hanno spiegato le forze dell’ordine. Inoltre in casa dell’uomo le autorità hanno anche ritrovato della polvere da sparo.

“Chiunque abbia avuto rapporti complicati con quest’uomo deve contattare immediatamente la polizia”, è stato l’avvertimento lanciato dalle autorità tedesche.

La polizia ha anche detto che non si può escludere che altre trappole siano state piazzate dal giardiniere prima della sua morte, per cui altre persone potrebbero essere in pericolo di vita.

I media tedeschi riportano che Graumann era noto per essere membro di un’associazione locale di stampo medievale che apparentemente includeva, tra le altre attività, la riproduzione di armi da fuoco antiche la cui realizzazione includeva anche l’uso di polvere da sparo.