Me

Sesso orale, aumentano in Italia i casi di tumore alla gola e Tinder finisce sotto accusa: ecco perché

Ad ammalarsi di più ragazzi giovani, non fumatori e di ceto medio

Immagine di copertina
Il sesso orale provoca tumori alla gola

Sono in aumento i casi di tumore alla gola provocati dal sesso orale. L’ultimo allarme è stato lanciato dall’ospedale di Pordenone e dal Cro (Centro di riferimento oncologico) di Aviano dove si sono registrati il 30 – 40 per cento di casi di cancro legati a questa pratica. I dati rivelano che il Papilloma virus, che si trasmette attraverso cunnilingus, supera addirittura l’abuso di fumo e alcol.

A finire sotto accusa sono le principali app di incontri online, come Tinder e Grinder, che facilitano i rapporti spesso non protetti e a essere colpiti da tumore all’orofaringe sono soprattutto uomini, giovani, di ceto medio-alto e non fumatori. La buona notizia è che questo tipo di patologie sono curabili ma è essenziale intervenire con tempestività.

Come ci si accorge di essere colpiti? Mal di gola e difficoltà di deglutizione che non riescono a passare nonostante le medicine. Certo è che più rapporti promiscui si hanno, maggiore è il rischio di contrarre la malattia.

Anche negli Stati Uniti sono in aumento le diagnosi di questo tipo di neoplasie: circa 12mila di cui l’80 per cento riguardano uomini. Il numero è però destinato a salire ed entro il 2020 supereranno i casi di cancro all’utero.

Leggi anche: