Me

Appena nato pesa appena 268 grammi, il bambino più piccolo del mondo è miracolosamente salvo

Immagine di copertina
Credit: Keio University Hospital

Un bambino nato con il peso di 268 grammi è stato salvato e poi dimesso dall’ospedale. L’incredibile storia a lieto fine arriva da Giappone dove il bimbo, considerato il più piccolo mai nato al mondo e rimasto in vita dopo i trattamenti, è stato ritenuto fuori pericolo dai medici del Keio University Hospital di Tokyo ed è andato a casa con mamma e papà.

Il bambino, secondo quanto riferito dai medici giapponesi, era nato da un cesareo di emergenza lo scorso agosto dopo appena 24 settimane di gestazione. Le sue dimensioni erano piccolissime, in pratica poteva essere tenuto nel palmo di una mano.

bambino più piccolo del mondo
Credit: Keio University Hospital

Immediatamente è stato quindi trasferito in terapia intensiva dove è rimasto fino alla scorsa settimana, due mesi dopo la sua nascita. Poi altri tre mesi di cure che gli hanno permesso di raggiungere il peso “sicuro” di 3,2 chilogrammi e di potersi nutrire normalmente.

“Posso solo dire che sono felice che sia cresciuto così tanto perché, onestamente, non ero sicura che potesse sopravvivere”, ha detto la madre del bimbo.

Il dottor Takeshi Arimitsu, che ha curato il bambino durante i suoi 5 mesi di permanenza in ospedale, ha detto alla BBC che si tratta del bambino più piccolo mai nato e poi dimesso da un ospedale, almeno stando al database dei bambini più piccoli del mondo tenuto dall’Università dell’Iowa.

Una meravigliosa notizia che dimostra che “esiste la possibilità che i bambini siano in grado di lasciare l’ospedale in buona salute, anche se sono piccoli”.

Il precedente detentore del record era un ragazzo nato in Germania, con un peso di 274 grammi. La bambina più piccola alla nascita e poi sopravvissuta, sempre secondo il particolare database, pesava 252 grammi.

Per far capire l’eccezionalità dell’evento, l’ospedale giapponese Keio University Hospital ha ricordato che in Giappone sopravvivono il 90 per cento dei bambini nati con un peso inferiore al chilogrammo. La percentuale di sopravvivenza però crolla al 50 per cento per i bimbi che alla nascita non superano i 300 grammi.

Inoltre, tra i bambini molto piccoli, il tasso di sopravvivenza è molto più basso per i maschietti rispetto alle femminucce. Il motivo? Secondo gli esperti potrebbe essere legato allo sviluppo più lento dei polmoni dei bambini maschi.