Me

Taylor Mega, la confessione shock: “A 17 anni facevo uso di eroina”

La prima uscita da L'Isola dei Famosi si è raccontata nel salotto di Silvia Toffanin

Immagine di copertina

Taylor Mega è stata la prima eliminata de L’Isola dei Famosi 2019. Una volta tornata in Italia la influncer ha concesso un’intervista al programma Mediaset Verissimo, in onda sabato 9 febbraio 2019: “Ho passato un periodo molto difficile da ragazza. Ho iniziato a 14 anni con le droghe leggere, poi a 17 anni ho rotto con il fidanzato di cui ero molto innamorata, sono andata in down totale e mi sono buttata sulle droghe pesanti, fino ad arrivare a quella più pesante di tutte, l’eroina“, ha spiegato la ragazza.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SU TAYLOR MEGA

Taylor Mega, la concorrente più chiacchierata dell’Isola, è nata il 31 ottobre del 1993 a Udine. Sì, nonostante il nome possa suggerire una provenienza anglo-americana, è italiana. Italianissima. Il suo vero nome è infatti Elisia Todisco. Ha una sorella di nome Jade.

Taylor è molto popolare su Instagram (@taylor_mega) dove ha moltissimi seguaci, più di un milione. Una vera e propria influencer.

“Questo periodo di stupefacenti è durato sei mesi, poi sono riuscita a smettere solo con la forza di volontà. Inizialmente ho provato l’astinenza e il malessere che provi in quei momenti è devastante, ma dopo altri tre mesi ne sono uscita totalmente. Anche perché mi guardavo allo specchio e non mi riconoscevo” ha continuato l’influencer.

Abusi di sostanze che le hanno anche fatto pensare al suicidio: “Mi è capitato di pensare che non avesse più senso vivere anche se poi non l’ho mai messo in pratica. Forse ho avuto un angelo che mi ha aiutato”.

“Mia mamma non sapeva niente perché sono molto brava a nascondere le cose alle persone che non voglio far soffrire. Se l’avesse saputo sarebbe stato un dolore terribile per lei e mio papà – ha ribadito -. Quando ho confessato tutto all’Isola mi sono sentita male per lei. Però, è stata una liberazione e sono stata felicissima che mia madre l’abbia capito”.