Me

Nek a Sanremo 2019: tutto quello che c’è sapere sul cantante in gara al Festival

Immagine di copertina

NEK SANREMO 2019 – Si chiama Filippo Neviani, ma il suo pseudonimo è Nek. Il cantante è in gara al Festival di Sanremo 2019 con il brano “Mi farò trovare pronto”. Secondo la Federazione Industria Musicale Italiana, Nek ha venduto oltre 10 milioni di dischi in tutto il mondo nell’arco della sua carriera.

> Qui tutti i concorrenti in gara al Festival di Sanremo 2019

Sapevate che dal brano “Laura non c’è” è stato tratto un omonimo film per cui Nek ha realizzato la colonna sonora? O che ha duettato con Craig David in “Walking Away” e con L’Aura in “Eclissi del cuore” e, insieme a Francesco Renga, ha collaborato all’album “Max 20” di Max Pezzali? Vediamo insieme la vita pubblica e privata di Nek, cantante in gara a Sanremo 2019.

> QUI LA NOSTRA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO

> QUI LA DIRETTA DELLA FINALE DEL FESTIVAL

Nek Sanremo 2019 | Vita Privata | Famiglia

La sua voce è nota in gran parte del mondo, ha due occhi color del cielo e colleziona diversi tatuaggi: nato il 6 gennaio 1972, Filippo Neviani in arte Nek è sposato dal 2006 con Patrizia Vacondio; insieme hanno avuto una figlia, Beatrice (alla quale il cantante ha dedicato più di 50 canzoni) e anche una “adottata” dal precedente legame di Patrizia.

Quello di Nek e Patrizia è stato un vero e proprio colpo di fulmine, un amore che dura da più di vent’anni e che, stando a quanto riportato da un’intervista per Vanity Fair, ha dovuto affrontare più di un ostacolo.

Come testimonia il suo account Instagram, Nek e Patrizia oggi sembrano essere più felici e complici che mai.

Nek Sanremo 2019 | Carriera | Discografia

Il suo esordio musicale risale al 1986 con il duo country Winchester, poi si è allenato come cantante e bassista del gruppo rock White Lady (partito come cover band dei Police per poi evolversi con repertori personali) e nel 1991 ha deciso di concentrarsi sulla propria carriera da solista.

Grazie al Festival di Castrocaro (in cui gareggiò con il brano “Io ti vorrei”, ma non arrivò alla vittoria), ha firmato un contratto con la Fonit Cetra (etichetta discografica) per la realizzazione di tre album: il primo “Nek” è arrivato nel 1992, pubblicazione che gli ha permesso di partecipare al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con il brano “In te” (che si è classificato terzo); il secondo “In te” è arrivato nel 1993 e il terzo “Calore umano” nel 1994.

Terminato il contratto con la Fonit Cetra, Nek ha firmato con Warner Music Italy pubblicando il quarto album “Lei, gli amici e tutto il resto”, il quale – oltre ad essere stato testimone della partecipazione di Nek a Sanremo – contiene brani come “Laura non c’è”, “Dimmi cos’è” e “Sei grande”.

Contemporaneamente in Europa, America Latina e Giappone, nel 1998 è arrivato il quinto album di Nek, intitolato “In due”, da cui sono stati estratti singoli come “Se io non avessi te” (che ha partecipato al Festivalbar), “Se una regola c’è” e “Con un ma e con un se”.

“La vita è” e “Le cose da difendere” sono rispettivamente il sesto (2000) e il settimo (2002) album di Nek. Nel 2003, il cantante ha pubblicato la sua prima raccolta “The best of Nek – L’anno zero” con l’aggiunta di due inediti: “Almeno stavolta” e “L’anno zero”.

Diverse vittorie hanno anticipato l’uscita dei successivi album: quella al Festivalbar nel 2005 con il brano “Lascia che io sia”, che ha anticipato il suo ottavo album “Una parte di me”; e quella del “Premio Lunezia – Poesia del Rock” per il brano “Nella stanza 26”, che ha invece promosso l’uscita del nono e omonimo album.

Il decimo album “Un’altra direzione” è arrivato nel 2008 (ed è stato pubblicato anche in Messico), mentre  nel 2010 il cantante ha realizzato una collezione dei singoli che hanno contraddistinto vent’anni della sua carriera, intitolata “E da qui – Greatest Hits 1992 – 2010”.

Nel 2013 è uscito il suo undicesimo album, “Filippo Neviani”, mentre nel 2015 ha partecipato al Festival di Sanremo con il brano “Fatti avanti amore” (che ha anticipato l’uscita del dodicesimo album “Prima di parlare”). Tale brano è arrivato secondo (l’edizione è stata vinta da Il Volo), ma Nek ha avuto la sua rivincita ottenendo il premio per “Miglior arrangiamento” e il “Premio Sala Stampa Lucio Dalla” grazie al brano in gara; inoltre, ha portato a casa anche il premio “Miglior esibizione cover” per la reinterpretazione di “Se telefonando” di Mina.

Nel 2016 viene pubblicato “Undici”, il tredicesimo album di Nek anticipato dal brano “Uno di questi giorni”, mentre nel 2018 è stato ospite al Festival di Sanremo esibendosi insieme a Francesco Renga, Max Pezzali e Claudio Baglioni con il brano “Strada facendo”.

Nek è in gara al Festival di Sanremo 2019 con il brano “Mi farò trovare pronto”.

Nek Sanremo 2019 | Instagram 

Nel 2013, Nek aveva annunciato tramite Twitter (qui il suo profilo) la pubblicazione del singolo intitolato “Congiunzione astrale”. Sempre via Twitter, aveva comunicato l’annullamento del tour a causa di un edema alle corde vocali. Da qui, si può capire la partecipazione molto attiva del cantante sui social: li aggiorna con frequenza e su Instagram (qui il profilo) mostra spesso il suo lato tenero (la famiglia).