Me

I sondaggi “segreti” commissionati da Casaleggio Associati che fanno tremare il M5s

Immagine di copertina

Ultimi sondaggi politici oggi – Nubi nere all’orizzonte per il Movimento Cinque Stelle. I recenti sondaggi, sia quelli pubblici che quelli “segreti” commissionati dagli stessi grillini, sono concordi: il gradimento della base non è mai stato così basso.

> SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

> QUI TUTTI GLI ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI AGGIORNATI

La Lega sembra stare fagocitando la base del Movimento Cinque Stelle. Gli ultimi sondaggi vedono il M5s al suo peggior risultato di sempre: addirittura sotto il 20 per cento.

A far tremare Casaleggio associati e co è un probabile ritorno del binomio destra e sinistra, che dopo gli scossoni delle elezioni del 2018, potrebbe ritornare ad affermarsi.

“La cifra che fa sobbalzare dalla sedia lo stato maggiore vedrebbe i Cinque stelle al di sotto, di qualche decimale, della «soglia psicologica» del 20%”, scrive il quotidiano Il giornale.

Un recente sondaggio di Antonio Noto realizzato dopo la debacle in Abruzzo, il M5s si attesta intorno al 23 per cento, ben 10 punti in meno rispetto alle politiche del 4 marzo 2018. Nello stesso sondaggio la Lega passa dal 17 al 33 per cento.

A gravare in questi ultimi giorni sul gradimento Cinque Stelle è anche la questione dell’autorizzazione a procedere a Matteo Salvini sul caso Diciotti.

“Se i vertici 5 stelle interpellano gli iscritti, significa che non sanno che pesci pigliare, o preferiscono che a pigliarli al posto loro sia la “base. […]   E questo è già preoccupante, per un Movimento nato per contestare i privilegi della casta e per affermare la legge uguale per tutti. Un caso tipico di crisi di identità”.

A scriverlo è Marco Travaglio, nel suo editoriale di sabato 16 febbraio sul Fatto Quotidiano. Travaglio sferra così un duro attacco ai Cinque Stelle per la scelta di far decidere alla base come votare sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini per il caso Diciotti.