Me

Oroscopo: le caratteristiche del segno dell’Acquario

Immagine di copertina

Oroscopo Acquario | Segno | Caratteristiche | Astrologia | Segni zodiacali | Ascendente

OROSCOPO ACQUARIO – L’Acquario è l’undicesimo segno dello Zodiaco. È un segno d’acqua, a cui appartengono tutti i nati tra il 21 gennaio e il 19 febbraio.

Questo segno è per lo più cerebrale e molto meno emotivo.

È risoluto, coerente, ma al tempo stesso visionario e innovativo.

Ama trascorrere il suo tempo a capire il mondo e cercare di migliorare le cose.

Anticonformista e originale, non segue le mode ma preferisce anticiparle.

Ha un’aria un po’ da nerd, ma sotto sotto l’Acquario è una persona socievole e gentile.

Si tratta di soggetti generosi, che amano quando gli altri si trovano d’accordo con loro.

L’Acquario ha insomma una curiosità fuori dal comune e un’attrazione verso tutto ciò che è nuovo e originale.

L’Acquario è dominato dai pianeti Saturno e Urano. Ai tempi dell’antica Roma, Saturno era considerato il padre di molte divinità. Urano è il più antico tra le divinità della mitologia romana: il pianeta è stato associato a questo segno solo di recente.

L’Acquario è un ribelle conservatore che per tutta la vita sogna un mondo migliore.

Altruista e sensibile, è molto legato alla sua famiglia e agli amici.

La vita sentimentale non è la sua preoccupazione principale perché non è né emotivo né molto sensuale, dato che domina in lui l’attività intellettiva, ma sa essere un partner onesto e fedele.

> QUI L’OROSCOPO DI OGGI DI TPI

Oroscopo | Acquario | Origine

L’oroscopo ha origini molto antiche. Individua la posizione degli astri principali del nostro sistema solare al momento della nascita di ciascuno.

La parola oroscopo, nel suo significato originario, indicava infatti il punto della costellazione dello zodiaco, sorto in uno specifico momento all’orizzonte, che costituisce la base per configurare la posizione degli altri segni zodiacali e dei pianeti in relazione a un momento specifico, come una nascita o un evento.

In un senso più ampio, l’oroscopo indica, rispetto ai dodici segni dello zodiaco, l’osservazione del cielo e la posizione dei pianeti in un momento dato e le previsioni circa l’influenza che quella determinata configurazione potrebbe avere sull’evento in base al quale è calcolato.

> QUI L’OROSCOPO DI OGGI DI TPI

Oroscopo | Acquario | Astrologia

Alla base dell’oroscopo vi è l’astrologia, un’antichissima tradizione che studia i movimenti degli astri, ritenendo che la posizione delle stelle influenzi direttamente la vita delle persone.

Quello che leggiamo comunemente sui giornali o sui siti è chiamato tecnicamente Oroscopo Segno-Solare.

Si tratta di un’interpretazione dell’influenza degli astri sul proprio segno, in base al Segno Zodiacale in cui si trovava il Sole nel momento in cui si è nati.

Le predizioni fornite dagli astrologi sono generiche. Non si tratta infatti di un’interpretazione del futuro.

È evidente infatti che non tutte le persone con lo stesso segno zodiacale possono vivere le stesse esperienze, avere giornate simili ecc.

Per questo l’oroscopo va letto con buon senso: una guida, per chi ci crede, ma da prendere sempre con leggerezza.

D’altronde per avere un quadro astrologico completo non basta conoscere il proprio segno zodiacale.

> QUI LE AFFINITÀ DI TUTTI I SEGNI ZODIACALI

Ci sono altri fattori da tenere in considerazione, tra cui quello dell’ascendente. Tecnicamente l’ascendente è il punto dello zodiaco che interseca l’orizzonte terrestre ad est al momento della nascita di un individuo.

In parole povere, identifica il segno zodiacale che stava sorgendo al momento della nostra nascita.

Conoscere il proprio ascendente, o magari quello di una persona che stiamo iniziando a frequentare, è importante perché è l’elemento che indica come una persona si comporta quando si trova a relazionarsi con gli altri.

È quindi un elemento che influenza la personalità dell’individuo.

Assieme al Sole (l’ego) e alla Luna (il nostro essere più profondo, il subconscio), l’ascendente è inoltre uno degli elementi più importanti nell’interpretazione di una carta natale.

> COS’E’ L’ASCENDENTE E COME SI CALCOLA

Oroscopo | Acquario | Segni zodiacali

La Ruota dello Zodiaco viene suddivisa in dodici parti uguali, che rappresentano i dodici segni zodiacali e prendono il nome di dodici costellazioni: Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci.

Ciascun segno occupa esattamente 30 gradi del Cerchio Zodiacale. Nel momento in cui nasciamo, il Sole si trova in uno di questi 30 gradi all’interno di uno dei dodici segni zodiacali, il nostro segno di nascita.

In base al grado, ogni segno è diviso in tre decadi, di cui spesso di sente parlare: la prima decade va dallo 0 ai 10 gradi, la seconda decade va dai 10 ai 20 gradi e la terza decade va dai 20 ai 30 gradi.

A ciascun segno, come vedremo, sono attribuite particolari caratteristiche. In generale, i dodici segni si differenziano secondo uno dei quattro elementi: Aria, Acqua, Terra e Fuoco.

I segni di fuoco sono: Ariete, Leone e Sagittario.

I segni di terra sono Toro, Vergine e Capricorno.

I segni di aria sono: Gemelli, Bilancia e Acquario.

I segni di acqua sono: Cancro, Scorpione e Pesci.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULL’OROSCOPO