Me

“Io sono Mia”: prima al cinema, adesso su Rai 1 arriva il film sulla vita di Mia Martini, con un brano inedito

Tutto quello che c'è da sapere sulla pellicola che ripercorre la storia di una delle voci più belle della musica italiana, interpretata dall'attrice Serena Rossi

Immagine di copertina
Una scena del film con Serena Rossi

Io sono Mia film | Mia Martini | Cinema | TV | Serena Rossi | Trama | Trailer

IO SONO MIA FILM – Non sono moltissimi gli artisti italiani che nel corso della loro carriera sono riusciti a raggiungere il successo tanto nel nostro Paese quanto all’estero. Mia Martini è una di loro. Nel 2019, a 24 anni dalla sua prematura scomparsa, Mimì viene omaggiata con un film, “Io sono Mia”, diretto da Riccardo Donna. In un primo momento, il film-evento è stato proiettato al cinema dal 14 al 16 gennaio 2019, mentre il 12 febbraio è atteso in prima serata su Rai 1.

La voce unica di Mia Martini, graffiata da una particolare esperienza umana fatta di grandi successi, brucianti delusioni e continue crisi esistenziali, ha segnato un’epoca. Il film, prodotto da Luca Barbareschi, è un omaggio alla sua vita. A interpretare il ruolo della cantante è l’attrice Serena Rossi.

Nel film è compreso anche un brano inedito, registrato e mai pubblicato da Mia Martini e inserito adesso nella colonna sonora.

> QUI TUTTO SULLA VITA E LA CARRIERA DI MIA MARTINI

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul film Io sono Mia.

Io sono Mia film | Trama

Una piccola figura femminile percorre i corridoi del teatro Ariston, fino a salire sul palco di Sanremo 1989. Inizia così il film Io sono mia, riannodando i fili della controversa vita di Mimì a partire dal suo momento di maggior riscatto, almeno in campo professionale.

È il giorno in cui Mia Martini rientra sulla scena dopo circa sei anni di abbandono e auto-esilio, causato da una forte depressione in parte indotta dalle cattive voci che girano in quegli anni sulla cantante. “Sai, la gente è strana: prima si odia e poi si ama”, è la prima strofa della sua nuova canzone. Un brano che la proietta nuovamente nell’Olimpo della musica italiana, dove ci è già arrivata da tempo, ma dal quale è più volte caduta.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sulla trama di Io sono Mia

Mimì, in un’intervista con una giornalista che in realtà a Sanremo vorrebbe incontrare Ray Charles e che considera Mia Martini solo un ripiego, ripercorre così tutta la sua vita: gli inizi difficili, con il trasferimento dalla Calabria a Milano, inseguendo un sogno; il rapporto complesso col padre che, pur amandola, la ostacola fino a farle male; una storia d’amore contrastata che la travolge segnando il suo destino sentimentale; fino ad arrivare al marchio infamante che le si attacca addosso, condizionando la sua carriera con alti e bassi.

Un’intervista, dunque, nella quale Mia Martini decide di aprirsi totalmente, a sei anni dalla prematura scomparsa. Spalancando un’enorme porta sul suo mondo contrastato, problematico, ma senza dubbio pienamente artistico.

Io sono Mia film | Il brano inedito

Nella colonna sonora di Io sono Mia è presente anche un inedito dell’artista, custodito per anni da Caterina Caselli. “Si tratta di un pezzo inciso da Mimì – ha spiegato la sorella di Mia, Loredana Bertè -, abbiamo pensato potesse essere l’occasione giusta per rendergli giustizia”.

Io sono Mia film | Le musiche

A produrre l’intera colonna sonora del film è un collettivo di musicisti torinese, i Mattia Donna & La Femme Piège. Gli artisti, che avevano già firmato altri prodotti Rai Fiction/Casanova Multimedia come Fuoriclasse, Nero Wolfe e La Strada di casa, hanno riadattato ex novo molti dei brani di Mia Martini dandogli quel tocco di originalità in più.

“Abbiamo fatto di tutto per rendere giustizia a Mimì e al suono delle varie epoche” hanno spiegato i musicisti. “Il nostro ingegnere del suono Gianluca Gadda – ha poi aggiunto il collettivo – ha fatto un lavoro strepitoso, a lui dobbiamo moltissimo, come l’idea di ricostruire una tempo-map perfetta dei pezzi di Mia Martini in cui la musica non era a metronomo ma era suonata davvero. Ritrovando così il tempo di Mimì: si cambia in base alle sue pause, si segue l’emozione della voce, non il metronomo”.

Io sono Mia film | Dove vederlo

Il film diretto da Riccardo Donna viene trasmesso al cinema per un evento speciale per soli 3 giorni, da lunedì 14 a mercoledì 16 gennaio 2019, distribuito da Nexo Digital. (QUI L’ELENCO DELLE SALE)

Il 12 febbraio, invece, il biopic su Mia Martini sbarca anche in televisione, su Rai 1, in prima serata.

Inoltre, è possibile vederlo anche sulla piattaforma streaming della Rai, RaiPlay.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Io sono Mia, tra diretta TV e streaming

Io sono Mia film | Trailer

Di seguito, ecco il trailer del film Io sono Mia, al cinema il 14, 15 e 16 gennaio e a febbraio su Rai 1.

Io sono Mia film | Serena Rossi

A interpretare Mimì nel film è Serena Rossi, attrice e cantante napoletana, grande appassionata di musical.

Conosciuta in tutta Italia per aver vestito i panni di Carmen Catalano nella soap Un Posto al Sole, negli anni la cantante ha moltiplicato i suoi impegni nel mondo dello spettacolo, dividendosi tra teatro, cinema e televisione.

> QUI TUTTO SU SERENA ROSSI

Io sono Mia film | Cast

Come già anticipato, a interpretare il ruolo di Mia Martini nel film “Io sono Mia” è Serena Rossi, artista napoletana classe 1985. Ecco il cast completo:

  • Serena Rossi – Mia Martini
  • Maurizio Lastrico
  • Lucia Mascino – Sandra (giornalista)
  • Dajana Roncione – Loredana Bertè
  • Antonio Gerardi
  • Nina Torresi
  • Daniele Mariani
  • Francesca Turrini
  • Fabrizio Coniglio
  • Gioia Spaziani
  • Duccio Camerini
  • Simone Gandolfo
  • Corrado Invernizzi
  • Edoardo Pesce – Franco Califano

LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sul cast di Io sono Mia

Io sono Mia film | Le parole del regista Riccardo Donna

In un’intervista a Repubblica, Riccardo Donna spiega che il film è scritto da Monica Rametta, la quale “ha fatto un gran lavoro di ricerca, sia con i famigliari, che con gli amici. Poi c’è un diario di Mimì che è stato molto d’aiuto”.

A collaborare alla stesura della storia molti vecchi amici di Mia Martini: “La migliore amica di Mimì e di Loredana, Alba Calìa – prosegue Donna – ci ha dato preziosi consigli. Loredana naturalmente ha visto il film e le è piaciuto”.

E sulle possibili critiche per aver toccato un mostro sacro della musica italiana, il regista non ha dubbi: “Fanno parte del gioco. Più che la verità sulla sua vita, mi interessava riuscire a capire cosa aveva dentro. Conservo la certezza che Mia Martini sia stata la più grande cantante italiana e, dopo aver fatto questo film, mi rimane una domanda: perché Mimì non ha lottato di più? Perché ha accettato tutto questo senza reagire?”.

Io sono Mia film | Mancano Ivano Fossati e Renato Zero

Grandi assenti, all’interno della pellicola, i personaggi di Ivano Fossati e Renato Zero, che hanno chiesto di non essere citati, senza specificare alla stampa i motivi della loro scelta.