Me

Facciamo che io ero un’altra volta: tutto quello che c’è da sapere sullo show di Virginia Raffaele in onda su Rai 2

Immagine di copertina

Facciamo che io ero un’altra volta | Virginia Raffaele | Rai 2

FACCIAMO CHE IO ERO – Reduce dal grande successo del Festival di Sanremo 2019, Virginia Raffaele torna in tv questa sera, lunedì 11 febbraio 2019, con Facciamo che io ero un’altra volta, su Rai 2 in prima serata.

> QUI TUTTO SU SANREMO 2019

Uno speciale per celebrare un personaggio ormai consolidato della nostra televisione, molto amato dal pubblico come Virginia Raffaele. Un’artista a tutto tondo: imitatrice, comica e appunto conduttrice.

Facciamo che io ero un’altra volta è il meglio del one woman show condotto da Virginia Raffaele e andato in onda appunto su Rai 2 nel 2017. Un’occasione per rivedere la nota comica impegnata in balli, canti e soprattutto nelle sue spassosissime e riuscitissime imitazioni: da Belen Rodriguez a Carla Fracci, da Donatella Versace a Sabrina Ferilli.

Una riproposizione dello show del 2017 completamente rimontato, e quindi piacevole da seguire anche per chi aveva già visto all’epoca Facciamo che io ero. Tanti gli ospiti che vedremo sul palco, da Sabrina Ferilli a Francesco Gabbani, da Fiorella Mannoia a Patty Pravo, da Malika Ayane a Tiziano Ferro.

Con Virginia Raffaele, inoltre, anche l’attore Fabio De Luigi, chiamato a districarsi tra le varie maschere dell’imitatrice. Prosegue dunque questo filone introdotto dal nuovo direttore di Rai 2 Carlo Freccero, che sta proponendo diverse serate dedicate alla carriera dei grani personaggi della tv.

Nelle settimane scorse infatti sono andati in onda gli speciali dedicati ad Adriano Celentano, Roberto Benigni e Beppe Grillo, che però non hanno registrato ascolti troppo entusiasmanti.

Facciamo che io ero | Streaming

Facciamo che io ero un’altra volta va in onda su Rai 2 in prima serata dalle 21.20 lunedì 11 febbraio 2019. Rai 2 è disponibile al tasto due del telecomando sul digitale terrestre, anche in HD al canale 502. Inoltre è possibile seguire Facciamo che io ero sulla piattaforma satellitare TvSat e su Sky al canale 102.

Per chi non dovesse essere a casa, niente paura. È possibile vedere il programma in diretta streaming grazie alla piattaforma RaiPlay, disponibile su pc, smartphone e tablet. Inoltre sempre su RaiPlay è possibile recuperare lo show di Virginia Raffaele in qualsiasi momento grazie alla funzione on demand.

Facciamo che io ero | Virginia Raffaele | Gli inizi

Virginia Raffaele nasce il 27 settembre del 1980 a Roma. La sua famiglia è una famiglia particolare, composta da circensi: ne è un esempio la nonna, che era un’acrobata cavallerizza che gestiva il circo Preziotti. Anche la giovane Virginia lavora come stuntwoman. I suoi nonni sono i fondatori del luna park dell’Eur, a Roma, dove la ragazza vive la sua adolescenza.

Fin da piccola ha subito chiaro in mente quale strada deve prendere il suo futuro: a 19 anni, infatti, la giovane si diploma all’Accademia Teatro Integrato di Pino Ferrara. Nel frattempo, studia danza moderna e classica all’Accademia Nazionale. Come imitatrice, invece, si distingue già ai tempi della scuola, quando i suoi bersagli preferiti sono… i suoi professori.

Alla soglia dei 20 anni, dunque, ha già tutto il background che, qualche anno dopo, rende il suo nome conosciuto in tutta Italia. In quel periodo, con gli amici Francesca Milani e Danilo De Santis, forma un trio comico, “Due interi e un ridotto”, che si fa notare e rispettare nell’ambito del cabaret.

Da lì arriva anche la chiamata del teatro: Virginia Raffaele recita per Vincenzo Zingaro ne “Le nuvole” di Aristofane e per Pino Ferrara in “L’amore di Don Perlimpino per Belisa”, opera di Federico Garcìa Lorca.

> QUI I VIDEO DELLE SUE IMITAZIONI MIGLIORI

> QUI I LOOK DI VIRGINIA RAFFAELE A SANREMO NEGLI ANNI

Facciamo che io ero | Virginia Raffaele | La tv e “Quelli che il calcio”

Molto importante per la sua carriera è la collaborazione che intraprende nei primi anni 2000 con Lillo e Greg, che la portano sia in teatro (con “The Blues Brothers – Il plagio”, “Far West Story”, “La baita degli spettri” e “Intrappolati nella commedia”), sia in televisione, su Rai 2, con il programma del 2005 “Bla bla bla”.

Nel frattempo arrivano anche alcuni ruoli nelle fiction “Compagni di scuola”, con Massimo Lopez, “Il commissario Giusti”, con Enrico Montesano, “Carabinieri” e “Incantesimo”.

Dal 2009 lavora con la Gialappa’s Band in “Mai dire Grande Fratello Show”, su Italia 1. Qui prendono vita le prime imitazioni di Virginia Raffaele: la cantante Malika Ayane, la concorrente del Grande Fratello Federica Rosatelli.

Dopo un breve passaggio a La7 e la conduzione di “Radio2 Social Club” con il cantante Luca Barbarossa e il comico Andrea Perroni, la consacrazione per Virginia Raffaele arriva nel 2010, con la chiamata di “Quelli che il calcio”. Nel programma della domenica di Rai 2 la comica propone numerose imitazioni che la rendono famosa, tra cui Renata Polverini, presidente della Regione Lazio e Roberta Bruzzone, criminologa.

Negli studi di “Quelli che il calcio” nascono anche le imitazioni di Belen Rodriguez, Ornella Vanoni, Nicole Minetti e Francesca Pascale, fidanzata di Silvio Berlusconi.

In tv fa parte anche di “Servizio Pubblico” su La7, con Michele Santoro, e conduce la prima edizione degli Mtv Awards a Firenze con il collega Ubaldo Pantani.

Nel 2013 si aggiudica il Premio Regia Televisiva come personaggio rivelazione dell’anno. Nello stesso anno passa anche dal bancone di Striscia La Notizia, con Michelle Hunziker.

Dal 18 maggio 2017 va in onda su Rai 2 il suo primo show televisivo condotto ed ideato da lei stessa, dal titolo “Facciamo che io ero”, mentre dal settembre 2018, sul canale Nove, Raffaele presenta “Come quando fuori piove”, programma con protagonisti vari personaggi di fantasia interpretati tutti da lei stessa.

Nel 2018 è una graditissima ospite dello show di Roberto Bolle, “Danza con me“, su Rai 1, dove si esibisce con il ballerino.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA CARRIERA DI VIRGINIA RAFFAELE