Me

Arrestate “Sue Ellen” e “Pamela”, le gemelle del film Come un gatto in tangenziale

Immagine di copertina

Arrestate – nella realtà – le gemelle di Come un gatto in tangenziale. Cleptomani per fiction, taccheggiatrici nella vita reale? 

Nuova disavventura per A.G. e V.G., le due gemelle romane rese famose dal film “Come un gatto in tangenziale”. 

Nella pellicola di Riccardo Milani, Sue Ellen e Pamela – nomi mutuati dalla celebre soap tv “Dallas” – erano le sorellastre di Paola Cortellesi, “malate” di shopping compulsivo (ma praticato senza passare dalla cassa). 

Oggi, le due 39 enni – già accusate di furto in una profumeria del centro l’estate scorsa – sono finite ai domiciliari con l’accusa di aver “alleggerito” di merce per 4.790 euro un negozio di viale Europa, a Roma. 

Arrestate gemelle Come un gatto in tangenziale | La cronaca

Dopo essere entrate e aver distratto la commessa, avrebbero asportato dagli scaffali e dai cassetti 18 articoli di maglieria per poi nasconderli sotto le gonne. 

Gli accertamenti investigativi, partiti subito dopo la denuncia del commerciante, hanno consentito attraverso l’analisi dei filmati del sistema di video sorveglianza di riconoscere e identificare le due, destinatarie di un’ordinanza cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, eseguita dai carabinieri della Stazione Roma Eur. 

Il provvedimento è stato emesso su richiesta della procura capitolina, al termine delle indagini dirette dal sostituto procuratore Vincenzo Barba. 

Dopo la notifica del provvedimento, le due donne sono state accompagnate in caserma e successivamente nel loro appartamento, dove sono ora agli arresti domiciliari.