Me

Donna incinta strattonata fuori dalla metro con violenza, i da due agenti le schiacciano il viso contro una panchina | VIDEO

Il fatto è successo in Svezia all'inizio di febbraio. I due poliziotti sono stati sospesi

Succede nella civilissima Svezia. In un video si vede una donna di circa trent’anni strattonata e spinta fuori da un treno della metropolitana. A spintonarla sono due poliziotti, lei è incinta, all’ottavo mese di gravidanza. Secondo quanto riferito dalla polizia, la trentenne non possedeva un titolo di viaggio, per questo viene trascinata sulla banchina.

Insieme alla donna c’è anche la figlia di cinque anni, che cerca per tutto il tempo del video di restare aggrappata alla giacca della madre. Poi, però, la donna viene violentemente sbattuta contro una panchina. Uno dei due poliziotti cerca di immobilizzarla, quasi salendole sopra.

Quando riescono a metterle le manette, la trascinano via. L’addome completamente scoperta mostra il pancione all’ottavo mese, nudo, con il freddo di inizio febbraio, in Svezia.

Le immagini violente hanno fatto il giro del paese e hanno scioccato l’opinione pubblica, tanto da fare in modo che i due responsabili del gesto brutale fossero riconosciuti e sospesi dal servizio. La donna, secondo quanto ha dichiarato alla televisione svedese, si stava dirigendo all’ospedale, accompagnata dalla figlia.

LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne, il Cdm approva il “codice rosso”: il testo passa alle Camere

Con sé, precisa la trentenne, aveva il biglietto, ma al momento del controllo non è riuscita a trovarlo. La polizia svedese indaga su quanto accaduto. I due agenti, accusati di aggressione, sarebbe stati sospesi. Anche l’azienda che si occupa del trasporto pubblico sta cercando di capire le dinamiche esatte dell’episodio.

A pubblicare il video su Facebook il primo febbraio scorso è una ragazza, Kerstin Lundgren, che accanto ai due spezzoni di video scrive: “La vera tragedia non è la brutalità dei malvagi, ma l’indifferenza della brava gente”.

La settimana scorsa, spiega ancora Kerstin, la donna ha assistito a un’aggressione simile: uno degli uomini della sicurezza della metropolitana ha strattonato violentemente una sua amica. Lei, precisa l’autrice del post, ha scritto che ha avuto fortuna, perché bianca. “Questa donna incinta, con una bambina di cinque anni, non lo è”, scrive ancora Kerstin riferendosi alla donna incinta del video, quindi è costretta a subire una violenza maggiore.

“Se non si discute, si è d’accordo”, conclude la ragazza.