Me

Cronaca di Napoli: tutte le ultime notizie dalla città e dalla sua provincia

Tutte le notizie di cronaca da Napoli e dintorni in tempo reale

Immagine di copertina

Cronaca di Napoli oggi | Notizie ultima ora | Campania | Aggiornamenti live

CRONACA DI NAPOLI – Tutte le notizie di cronaca da Napoli e dintorni di oggi in tempo reale, live. Aggiornamenti, video e tanto altro dal mondo campano.

> QUI TUTTE LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA

Di seguito tutte le ultime notizie di cronaca da Napoli e dintorni:

> QUI TUTTE LE ULTIME NOTIZIE DAL MONDO

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 18 gennaio

‘Stesa’ a Napoli, spari contro casa zio e nipote clan Lepre 

Ancora un raid armato a scopo intimidatorio con spari in aria a Napoli. Questa volta il fatto è accaduto nella popolare zona del Cavone, davanti all’abitazione di esponenti di spicco, zio e nipote, di una storica cosca cittadina. passanti hanno fermato intorno alle 17.30 di oggi una pattuglia dei Nibbio per segnalare spari in via Francesco Saverio Correra. Gli agenti hanno trovato e sequestrato al suolo, dinanzi al palazzo al civico 236 c, 9 bossoli e una pallottola inesplosa calibro 9×21. In quel fabbricato c’è l’abitazione di Luigi Lepre, chiamato ‘o cinese’, e, a poca distanza, quella di Patrizio Lepre, detto ‘o nennillo, ai domiciliari per motivi di salute. Lo scorso 2 settembre è morto il boss Ciro lepre, noto come ‘o sceriffo’.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 16 gennaio

Napoli, bomba contro la pizzeria di Gino Sorbillo | VIDEO

Napoli. Una bomba è esplosa nella notte contro la pizzeria di Gino Sorbillo a via dei Tribunali. Si è trattato di un vero e proprio attentato contro il noto pizzaiolo napoletano che ha denunciato su Facebook l’ennesima intimidazione subita.

(QUI TUTTI I DETTAGLI)

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 11 gennaio

Corruzione: blitz nel Casertano, eseguite misure cautelari

Nelle province di Caserta e Napoli, operazione dei carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone, coordinata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, per eseguire misure cautelari nei confronti di indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di corruzione, concussione, falso ideologico in atto pubblico, omissione di atti d’ufficio e indebita induzione a dare o promettere utilità.

Dettagli saranno resi noti nel corso della conferenza stampa alle 10.30 in procura.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 8 gennaio

Napoli, “pizzo” per mense scolastiche: 9 arresti

I clan del Napoletano volevano la loro parte anche per la gestione delle mense scolastiche.

I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno eseguito una misura di custodia cautelare in carcere a carico di 9 indagati ritenuti vicini a due cosche, una legata al clan Mallardo e attiva nella zona costiera di Giugliano, l’altra vicina al clan De Rosa, con radici nel territorio di Qualiano. Con atti intimidatori, attraverso l’uso di armi o rivendicando la loro appartenenza alla criminalità organizzata, gli indagati praticavano estorsioni anche ai danni di ditte edili, pescherie e alberghi.

Le indagini dei militari della Compagnia di Giugliano hanno avuto inizio dopo la denuncia del dirigente di una ditta distributrice di pasti ad alcuni plessi scolastici nella zona di Varcaturo e Lago Patria. Alcuni addetti alle consegne erano stati avvicinati da persone che, con minacce esplicite, avevano loro intimato di “mettersi a posto”; in caso contrario, avrebbero dato fuoco ai furgoni dell’azienda.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 2 gennaio

Napoli, mette il guinzaglio alla compagna che vuole lasciarlo

A Napoli, nei pressi dei Gradoni di Chiaia, un uomo ha picchiato la sua compagna perché aveva deciso di lasciarlo. L’ha raggiunta in strada, l’ha colpita con schiaffi e pugni e poi le ha messo al collo il guinzaglio del cane. La donna dopo le percosse è svenuta.

Alcuni passanti che hanno assistito alla scena sono subito intervenuti chiamando la polizia.

(QUI TUTTI I DETTAGLI)

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 1 gennaio 2019

Napoli, muore a 17 anni e viene abbandonato fuori dal pronto soccorso

Poco prima della mezzanotte un giovane ragazzo di 17 anni è stato trovato senza vita all’esterno dell’ospedale di San Giuliano. Inutili i tentativi dei medici di salvarlo: trauma da caduta le cause del decesso.

I carabinieri stanno indagando sulla morte del 17enne – incensurato – il cui corpo è stato scaricato da un’auto con due persone a bordo davanti al pronto soccorso campano. La vettura si è poi allontanata.

(QUI TUTTI I DETTAGLI)

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 3o dicembre

Napoli, morta la donna sommersa dalle formiche in ospedale

Napoli. Morta la donna sommersa dalle formiche nell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Il letto della 70enne dello Sri Lanka, T.D., era stato invaso dalle formiche lo scorso novembre mentre era ricoverato nel reparto di medicina generale dell’ospedale napoletano.

(QUI TUTTI I DETTAGLI)

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 26 dicembre

Botti di Capodanno in anticipo, un 51enne perde due dita

Il primo ferito per i “botti” di Capodanno a Napoli ha perso due dita della mano. Si tratta di un 51enne napoletano che è stato soccorso dal personale del 118 nei pressi della stazione della Cumana di Agnano. Poco prima delle 12.30 l’uomo ha raccolto un petardo dalla strada, così come ha raccontato ai sanitari che l’hanno soccorso. Il petardo è esploso al primo contatto con la mano del 51enne che ha riportato danni gravi a due dita ed è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini dove è stata eseguita l’amputazione del pollice della mano destra mentre un altro dito, sempre della stessa mano è compromesso.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 20 dicembre

Ospedale invaso dalle formiche: chiuso il pronto soccorso

Le formiche invadono di nuovo l’ospedale San Giovanni Bosco a Napoli. Nello stesso ospedale, lo scorso 10 novembre, esplose il caso di una donna intubata coperta da formiche. Questa volta, l’accettazione chirurgica del pronto soccorso è rimasta chiusa per oltre un’ora, dalle 12 alle 13, “a causa delle formiche”.

> QUI TUTTI I DETTAGLI E IL VIDEO

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 12 dicembre

Blitz contro il clan Vigilia di Soccavo

Sono 33 gli arrestati dai carabinieri alla fine dell’operazione contro il clan Vigilia di Soccavo. Le ipotesi di reato sono, a vario titolo, associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, estorsione, rapina, detenzione illegale e ricettazione di armi da sparo.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 11 dicembre

Torre del Greco, non si ferma a posto di blocco e causa incidente: arrestato 18enne senza patente

Un giovane di 18 anni, senza patente, non si è fermato a un posto di controllo ed è finito contro un’auto in transito provocando cinque contusi.

Per questo motivo il giovane, incensurato, è stato arrestato dai Carabinieri. Il ragazzo era alla guida di una Smart a Torre del Greco (Napoli), sebbene non avesse mai conseguito la patente, in compagnia di un 22enne, anch’egli incensurato che sedeva al lato passeggero.

Il 18enne, arrestato, è stato condotto al carcere di Poggioreale.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 10 dicembre

Sequestrato un complesso immobiliare del valore di 5 milioni di euro a San Giuseppe Vesuviano, nel napoletano, per bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale. Il provvedimento riguarda la società Glem srl, specializzata nel settore dell’abbigliamento e dichiarata fallita nel 2016 dal tribunale di Roma. Tre imprenditori hanno ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini nei loro confronti. Secondo le accuse i tre, per sottrarre ai creditori il patrimonio della società, hanno dissimulato o coperto le tracce dei beni aziendali, determinando un danno patrimoniale quantificato in circa 9 milioni.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 9 dicembre

“Così devono morire i pentiti: bruciati”: è questo il messaggio scritto su un lenzuolo appeso sulla legna pronta per i tradizionali falò dell’Immacolata a Castellammare di Stabia, nel napoletano.

Una vera intimidazione contro tutti i collaboratori di giustizia, quella apparsa ieri notte nel quartiere Saporito, alla periferia di Castellammare. Ad accompagnare il lenzuolo, un manichino, che è stato poi bruciato assieme a tutta la pila di legna.

Sul gesto, accolto tra gli applausi dei tanti presenti, indaga adesso la polizia. Quella andata in scena nel cosiddetto “Bronx Faito” era una festa parallela a quella legale che si è svolta nella villa comunale, con oltre 15mila persone e i tradizionali fuochi.

L’intimidazione è arrivata qualche giorno dopo un blitz anticamorra della polizia, che ha arrestato alcuni vertici dei clan dell’area stabiese e dei vicini monti Lattari.

> QUI TUTTI I DETTAGLI

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 7 dicembre

Rapina in una salumeria a Montesanto: il titolare del negozio muore di infarto.

È accaduto intorno alle 20 di giovedì 6 dicembre. Antonio Ferrara, questo il nome del titolare dell’esercizio commerciale, si è trovato faccia a faccia con un rapinatore che gli ha puntato una pistola. In quel momento il suo cuore, già sofferente, ha smesso di battere. Inutili i soccorsi. Il rapinatore si è dato alla fuga non appena il titolare del negozio si è accasciato al suolo.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 6 dicembre

Omicidio Busuiok, fermato muratore polacco

Un uomo di 31 anni, di origine polacca, muratore, in Italia senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato in un’operazione congiunta da Carabinieri e Polizia con l’accusa di aver ucciso il muratore 36enne incensurato, di origine ucraina, Iurii Busuiok, trovato cadavere la sera dell’1 dicembre in via Mario Pagano, a Napoli, dai carabinieri della stazione Stella.

Aggiornamento 6 dicembre

Napoli, finti carabinieri rapinano famiglia: arrestati

Nella mattinata di oggi (6 dicembre 2018) gli agenti della Squadra Mobile di Napoli hanno catturato e arrestato sei pregiudicati che travestiti da carabinieri avevano messo a segno una rapina ai danni di una famiglia che abita nella Riviera di Chiaia.

In manette sono finiti S.M., 36 anni, A.C., 31 anni, E.B., 42 anni, P.L.G., 63 anni, C.P., 43 anni, e G.V, di 43 anni. I rapinatori avevano addosso 5.450 euro in contanti, un orologio e oggetti preziosi.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 6 dicembre

Napoli, tentata estorsione a ditta ambulanze: preso latitante

Un latitante di 36 anni, Andrea Teano, ritenuto affiliato al clan Cimmino-Caiazzo del quartiere Vomero di Napoli, è stato bloccato in una abitazione alla periferia di Napoli dai carabinieri del Comando provinciale e dell’aliquota di primo intervento del nucleo radiomobile.

L’uomo, secondo quanto riporta l’Ansa, è accusato di avere tentato di imporre un “pizzo” di 3mila euro al mese al titolare di una associazione che si occupa di trasporto di malati.

> QUI LE NOTIZIE DI CRONACA DALL’ITALIA

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 5 dicembre

Uccide un uomo durante una gara di auto: arrestato per omicidio stradale

I Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli (Napoli) hanno arrestato per omicidio stradale C.D., 21enne che gareggiando in auto con avversario un coetaneo provocò, nella notte tra venerdì 30 novembre 2018 e sabato 1 dicembre 2018, un incidente costato la vita a un netturbino di 62 anni, Alfonso Campochiaro.

Identificato e denunciato per omicidio stradale in concorso anche la persona che stava gareggiando con C.D.

Aggiornamento 5 dicembre

Esplosione in villetta: gravi due anziani coniugi

Anziani coniugi sono stati ricoverati in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita, al Cardarelli di Napoli per le conseguenze di uno scoppio seguito da un incendio avvenuto in serata nella villetta dove vivono in località Varcaturo, nel Comune di Giugliano (Napoli).

L’esplosione ha generato un incendio che ha interessato una porzione della villetta a tre piani, parzialmente crollata.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 5 dicembre

Operazione di Polizia contro Clan

In corso nel Napoletano una vasta operazione della Polizia di Stato coordinata dalla Dda di Napoli. La Squadra Mobile e gli uomini del commissariato di Castellammare di Stabia stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli nei confronti di numerose persone.

Secondo quanto riporta l’Ansa, le indagini – coordinate dalla Dda – riguardano una serie di delitti contro il patrimonio (estorsioni), la persona (violenza privata) e l’ordine pubblico (violazioni in materia di armi ed esplosivi), aggravati dal metodo e/o dalla finalità mafiosa, negli anni 2013-2016 ai danni di imprenditori, esercenti commerciali e professionisti a Castellamare di Stabia, Pompei, Gragnano, Pimonte ed Agerola.

Aggiornamento 5 dicembre

Sommersa da formiche, chiusi bar e ristorante dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli

I carabinieri della Compagnia Stella e del Nas di Napoli hanno sequestrato, per mancanza di autorizzazioni, il bar e il ristorante dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, dove, agli inizi dello scorso novembre, una anziana paziente dello Sri Lanka, intubata, venne letteralmente presa d’assalto dalle formiche nel suo letto.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 4 dicembre

Agguato a Napoli: uomo ferito da tre colpi d’arma da fuoco

Un uomo è stato ferito in un agguato a Napoli. ontro di lui – secondo quanto riporta l’Ansa – sono stati sparati tre colpi d’arma da fuoco probabilmente da più persone. Il fatto è avvenuto in Via delle Cave, nella zona del quartiere di San Pietro a Patierno alla periferia della città. L’uomo è stato immediatamente portato nell’ospedale San Giovanni Bosco.

Aggiornamento 4 dicembre

Stupro, arrestati ristoratore e una donna

Un uomo (ristoratore di 56 anni) e una donna (23 anni) avrebbero somministrato cocaina e Ghb, la cosiddetta “droga dello stupro”, a una giovane ragazza, per indurla ad avere rapporti sessuali inconsapevoli.

I due sono quindi finiti in carcere con le accuse di violenza sessuale di gruppo e cessione di sostanza stupefacente.

La vicenda è accaduta a Sorrento: il gip del tribunale di Torre Annunziata ha emesso due ordinanze di custodia cautelare nei confronti degli indagati al termine di indagini del commissariato di Polizia di Sorrento.

Le indagini – secondo quanto riferito dall’Ansa – hanno permesso di riscontrare, mediante accertamenti di laboratorio sui capelli della vittima, l’assunzione di Ghb. Sarebbe emersa anche la cessione sistematica di cocaina da parte dell’uomo nei confronti di amici e conoscenti frequentatori del suo locale.

Cronaca di Napoli oggi | Aggiornamento 4 dicembre

Avellino, rapina a furgone portavolari

Secondo quanto riporta l’Ansa, potrebbe essere di alcuni milioni di euro il bottino della rapina a tre furgoni portavalori (e non uno come si era appreso in precedenza) della Cosmopol avvenuto intorno alle 10:15 di questa mattina (4 dicembre 2018) sul raccordo autostradale Avellino-Salerno.

Uno dei furgoni è stato incendiato mentre un altro è riuscito a superare la barriera di auto poste di traverso sulla carreggiata dai rapinatori. Armati di kalashnikov, i banditi hanno intercettato i furgoni, che procedevano in direzione del capoluogo irpino, ad un centinaio di metri dallo svincolo di Serino (Avellino). Ci sarebbe stato anche un conflitto a fuoco con una pattuglia della Polstrada in servizio sul raccordo.

Cronaca di Napoli | 1 dicembre

Sciame sismico nel Vesuvio

Uno sciame sismico è in atto sul Vesuvio dalle 10,11 di questa mattina: la sequenza principale è stata caratterizzata da tre scosse, la più importante stimata in una magnitudo di 1,8, con l’ipocentro a una profondità di 2,7 chilometri. Secondo quanto riferisce l’Osservatorio Vesuviano, sono in atto altre scosse di minore entità.

Al momento non si registrano danni.

> QUI LE NOTIZIE DI CRONACA DALL’ITALIA