Me

Poste Italiane, nuove assunzioni per il 2019: pronti oltre 300 posti

Immagine di copertina

Poste Italiane, nuove assunzioni per il 2019: pronti oltre 300 posti

Poste Italiane, la società che si occupa della gestione del servizio postale in Italia – operativa anche nel settore finanziario, assicurativo e di telefonia mobile – è spesso alla ricerca di nuovo personale da inserire per lo svolgimento di varie mansioni: postini, sportellisti e consulenti di vario genere.

La società, il cui capitale è detenuto al 100% dallo Stato italiano tramite il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha predisposto un piano di assunzioni fino al 2020 che prevede la creazione di migliaia di nuovi posti di lavoro.

Offerte di lavoro Poste Italiane 2019 | Le posizioni aperte

Sono 316, in questo caso, i posti messi a disposizione da Poste Italiane per quanto riguarda il Veneto a seguito dell’accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali (Cgil, Slp Cisl e Uilposte).

Tale accordo ha l’obiettivo primario di stabilizzare molti posti ancora precari e anche di procedere a nuovi reclutamenti; la notizia infatti, giunta tramite un comunicato delle sigle sindacali, fa riferimento a quanto concordato tra gli stessi sindacati e la società riguardo le politiche occupazionali.

In particolare si parla di ingresso di nuovi lavoratori che svolgano servizi a contatto con la clientela all’interno della regione Veneto. Ecco nel dettaglio il numero di posti, le posizioni richieste e le loro sedi:

  • 107 posti per Addetti agli sportelli, da assumere per lo più mediante procedure di mobilità, di cui 21 a Belluno, 17 a Padova, 2 a Rovigo, 31 a Treviso, 19 a Venezia, 10 a Verona, 7 a Vicenza;
  • 145 posti per Postini, da coprire mediante stabilizzazione di giovani che hanno già lavorato nel ruolo con contratti a tempo determinato, di cui 5 a Belluno, 29 a Padova, 10 a Rovigo, 30 a Treviso, 23 a Venezia, 29 a Verona, 19 a Vicenza. Le assunzioni sono in corso;
  • 16 posti per Sportellisti per sedi disagiate, da assumere con contratto di apprendistato professionalizzante, di cui 4 a Belluno, 1 a Rovigo, 2 a Treviso, 4 a Verona, 5 a Vicenza;
  • 25 posti per personale appartenente alle Categorie Protette (ex L. 68), di cui 4 a Belluno, 6 a Padova, 5 a Treviso, 3 a Venezia, 3 a Verona, 4 a Vicenza. Parte dei posti è già stata coperta;
  • 23 posti per Specialisti Consulente Finanziario, da inserire in apprendistato, di cui 1 a Belluno, 5 a Padova, 5 a Rovigo, 4 a Venezia, 4 a Verona, 4 a Vicenza.

Offerte di lavoro Poste Italiane 2019 | Come candidarsi

Tutti coloro che sono interessati a candidarsi per una delle posizioni offerte da Poste Italiane hanno a disposizione la sezione Lavora con noi sul sito della società.

Tale sezione, dedicata appunto al recruiting, offre la possibilità di monitorare le posizioni aperte con le relative scadenze per candidarsi online tramite l’apposito form su cui caricare il proprio Cv.

In alternativa è possibile anche inviare, accedendo alla medesima sezione, un’autocandidatura.

Offerte di lavoro Poste Italiane 2019 | La procedura di selezione

Per quanto riguarda la procedura di selezione dei candidati, da qualche anno Poste Italiane ne ha introdotta una che prevede vari step.

Dopo aver inviato il proprio Curriculum Vitae i candidati, solo se risultati idonei, possono accedere alla vera e propria procedura di selezione divisa in tre fasi:

  1. il candidato idoneo riceve una telefonata dagli uffici delle Risorse Umane della società che lo informano dell’avvio del processo di selezione;
  2. il candidato riceve una convocazione per effettuare un test di ragionamento logico presso una sede dell’azienda o, in alternativa, riceve una mail da Giunti OS – la società incaricata del recruiting – per svolgerlo online;
  3. il candidato, dopo aver superato il suddetto test in sede o via mail, viene contattato direttamente dal personale di Poste Italiane per svolgere il colloquio (e, nel caso specifico di postini, la prova pratica di guida). Prima dell’intervista, comunque, viene anche fatta una breve verifica del superamento del test nel caso esso sia stato svolto online.