Me

Elezioni europee 2019: quando si vota | Date

Immagine di copertina

Elezioni europee 2019 date | Quando sono | Italia

ELEZIONI EUROPEE 2019 DATE – Quando si terranno le elezioni europee? Le prossime elezioni sono in programma per il 2019. Esattamente tra il 23 e il 26 maggio 2019 quando circa 400 milioni di cittadini europei si recheranno alle urne per eleggere i loro rappresentanti a Strasburgo. In Italia, in particolare, si voterà il 26 maggio in tutti i seggi elettorali.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLE ELEZIONI EUROPEE 2019

Si vota per eleggere i deputati che andranno a comporre il Parlamento europeo per i prossimi cinque anni e rappresenteranno gli interessi dei cittadini dell’Unione europea. Seggi diminuiti data la riduzione del numero votata dal Parlamento il 7 febbraio 2018. Si passerebbe da 751 a 705 dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE (marzo 2019).

I deputati italiani eletti nelle elezioni europee 2019 dovrebbero andare ad occupare 76 seggi.

> QUI GLI ULTIMI SONDAGGI ELETTORALI

Elezioni europee 2019 date | Quando sono | Date

Le prossime elezioni del Parlamento europeo si terranno in tutti gli Stati membri dell’Unione europea fra il 23 e il 26 maggio 2019, con calendario variabile a seconda dei Paesi. In Italia si voterà domenica 26 maggio.

La legge di stabilità 2014 (legge 27 dicembre 2013, n. 147), all’art. 1 – comma 399, stabilisce che: “A decorrere dal 2014 le operazioni di votazione in occasione delle consultazioni elettorali o referendarie si svolgono nella sola giornata della domenica, dalle ore 7 alle ore 23”.

Elezioni europee 2019 date | Chi vota

Saranno chiamati alle consultazioni elettorali tutti i cittadini aventi diritto al voto di tutti gli Stati membri dell’Unione Europea (circa 400 milioni di persone).

Sarà la nona volta che i cittadini dell’UE si recheranno alle urne per eleggere i rappresentanti del Parlamento europeo. Le prime elezioni a suffragio universale si sono tenute nel 1979.

In 4 stati (Belgio, Cipro, Grecia, Lussemburgo) è obbligatorio recarsi alle urne mentre in tutti gli altri è facoltativo.

In Italia votare è considerato un “dovere civico” (Costituzione della Repubblica Italiana – Parte prima, Diritti e doveri dei cittadini – Titolo IV, Art. 48).