Me

Non ho niente da perdere streaming e diretta tv: ecco dove vedere il film Rai

Immagine di copertina

Non ho niente da perdere streaming | Diretta tv | Dove vederlo

NON HO NIENTE DA PERDERE STREAMING – Dopo Basta un paio di baffi e L’amore il sole e le altre stelle, Non ho niente da perdere è il terzo appuntamento del ciclo Purché finisca bene, una serie di film per la tv trasmessi in prima serata su Rai 1.

Protagonisti della fiction attori noti e amati dal pubblico come Carolina Crescentini, Edoardo Pesce e Sergio Assisi. Il film, diretto come gli altri due della serie da Fabrizio Costa, va in onda su Rai 1 martedì 15 gennaio 2019 dalle 21.20 circa.

Al centro della storia, Camilla, una giovane donna molto bella ma fortemente ipocondriaca. Una serie di avventure la porteranno però a cambiare carattere e a trovare l’amore.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SU NON HO NIENTE DA PERDERE

Non ho niente da perdere streaming | Dove vederlo in tv

Non ho niente da perdere è un film per la tv diretto da Fabrizio Costa, in onda in prima visione martedì 15 gennaio 2019 su Rai 1 alle 21.20.

Rai 1 è visibile in chiaro al tasto 1 del telecomando sul digitale terrestre, anche in HD sul canale 501.

Sul satellite è disponibile sulla piattaforma Tivusat e al canale 101 del decoder Sky.

> QUI IL CAST DI NON C’È NIENTE DA PERDERE

Non ho niente da perdere streaming | Dove vederlo in streaming

Per chi non potesse seguire Non ho niente da perdere in diretta direttamente sulla propria tv, niente paura.

Rai 1 è disponibile in diretta streaming su Rai Play, disponibile gratuitamente su pc, smartphone e tablet.

Sempre su Rai Play è possibile rivedere in qualsiasi momento il film con Carolina Crescentini grazie alla funzione on demand.

Non ho niente da perdere streaming | Trama | Anticipazioni

Protagonista della pellicola è l’attrice Carolina Crescentini, che interpreta il personaggio di Camilla, una donna affascinante ma con un importante problema: soffre infatti di ipocondria, pensa cioè di essere sempre ammalata e si allarma ad ogni minimo sintomo.

Un grave difetto che la rende insopportabile agli occhi di tutte le persone che le stanno vicino, dai colleghi ai familiari. La sua ipocondria risale ad un episodio specifico: dieci anni prima Camilla è stata lasciata da Andrea (interpretato da Michele Venitucci), che le aveva confessato di essere in fin di vita.

Da quel momento il personaggio interpretato da Carolina Crescentini in Non ho niente da perdere inizia a sentirsi perseguitata da qualsiasi malattia e dunque a prescriversi da sola cure inutili ed esami costosi.

Ad un certo punto, però, lo spettro della malattia si affaccia realmente nella vita di Camilla. In attesa della diagnosi, la donna decide di rifugiarsi nella villa storica nelle campagne torinesi dove vivono il padre Gigi e la sorella Marta.

I suoi familiari stanno organizzando il matrimonio di Filippo (Marco Cassini), figlio del volgare Marzaduri (Dario Cassini), un imprenditore nel campo dei pesticidi.

È nella spettacolare cornice di questa villa che la storia prende un’improvvisa accelerata: il wedding planner Mr Curry, interpretato da Sergio Assisi, si rivela essere il capo di una banda di eco-terroristi che mette sotto sequestro gli invitati.

La povera Camilla si ritrova vittima innocente di questa assurda e simpatica situazione.

Per lei le cose sembrano andare veramente male, perché nel frattempo riceve un sms dall’ospedale con cui le viene comunicato che sta morendo. In realtà si tratta solo di un errore, in quanto i suoi esami sono stati scambiati con quelli di qualcun altro.

Camilla è letteralmente sotto shock. Ad aiutarla a liberarsi dai sequestratori sarà Ettore (Edoardo Pesce), la guardia del corpo di Marzaduri. L’uomo è un ex-carabiniere in cerca di riscatto.

Tra Ettore e Camilla, protagonisti di Non ho niente da perdere, nasce subito un grande feeling: pur avendo caratteri opposti, sono entrambi molto testardi. Sarà proprio questo a farli unire anche sentimentalmente.

I due infatti si compensano a vicenda: da un lato lei riuscirà a temperare il suo carattere, mentre lui troverà il coraggio per riprendere in mano la propria vita.

Immancabile il lieto fine di Non ho niente da perdere: dall’ospedale si sono sbagliati, Camilla non sta per morire. Può quindi correre incontro al suo Ettore, l’unica cosa che la donna non vuole perdere più.