Me

La Svezia ha raggiunto gli obiettivi sulle energie rinnovabili 12 anni prima del previsto

Il 2018 è l'anno fortunato per la Svezia che, grazie all'energia eolica, ha già raggiunto gli obiettivi del 2030

Immagine di copertina
L'energia eolica è la conquista 2018 della Svezia.

SVEZIA ENERGIE RINNOVABILI – Tempi record per la Svezia. Grazie all’energia eolica, gli obiettivi riguardo le rinnovabili prefissati per il 2030 sono stati raggiunti con dodici anni d’anticipo.

Già nel dicembre 2016, a causa della tempesta Urd che si era abbattuta violentemente sul paese, c’era stato un piccolo miracolo pre-natalizio, poiché erano stati prodotti in una sola ora – dalle 6 alle 7 del mattino – ben 5,6 GWh di elettricità.

A distanza di due anni, la Svezia sembra essere riuscita a raggiungere già i propri obiettivi, migliorando rapidamente (come prefissatosi) la qualità della vita.

“Dopo aver preso la decisione di incrementare i nostri obiettivi, sono stati programmati ingenti investimenti e prevediamo la messa in funzione di molte turbine eoliche nei prossimi anni”, ben 3.681 turbine installate entro il 2018 secondo Markus Selin, analista presso l’Agenzia svedese per l’energia.

Svezia energie rinnovabili | L’accordo tra Svezia e Norvegia

Era il 2012 quando Svezia e Norvegia siglarono un accordo per aumentare la produzione di energia eolica di 28,4 terawattora (TWh) entro il 2020. Ciò nonostante, la Svezia ha deciso di osare di più, puntando a un incremento di 18 TWh di sviluppo eolico entro il 2030.

“L’obiettivo comune con la Norvegia di 28,4 TWh” aveva dichiarato Markus Selin, “sarà superato di circa 10 TWh. Ciò significa che per la Svezia mancano poco più di 8 TWh per raggiungere anche l’obiettivo degli aggiuntivi 18 TWh”.

Le ambizioni della Svezia erano state già annunciate nel 2015, grazie al primo ministro svedese Stefan Löfven che aveva presentato il suo paese come pronto a diventare “uno dei primi stati dove non si utilizzano i combustibili fossili per produrre energia”.

Svezia energie rinnovabili | L’energia eolica in Svezia nel 2016

A causa dell’uragano abbattutosi sul paese nel dicembre 2016, in tre giorni il vento generato dalla tempesta aveva raggiunto il 26 per cento della domanda d’elettricità in Svezia.

“Il tempo estremamente ventoso dei giorni scorsi ha permesso all’energia eolica di produrre tanta elettricità pari a sei centrali nucleari”, queste furono le parole di Anders Engqvist, rappresentante del fornitore d’energia Svedese Bixia, all’epoca della tempesta.

Oggi, 2019, la Svezia può contare su una grande vittoria, perché ha concretizzato il desiderio di allontanarsi dai combustibili fossili, confermandosi come uno dei primi paesi al mondo in grado di farlo e in un tempo da record.