Me

Nadia Toffa ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Taranto

L'inviata Mediaset ha contribuito all'apertura del reparto di pediatria oncologica all'ospedale SS. Annunziata della città

Immagine di copertina
Nadia Toffa

La Iena Nadia Toffa ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Taranto. Il 14 gennaio 2019, nel Salone degli Specchi di Palazzo di Città, l’inviata è stata insignita con una pergamena per “il grande impegno solidaristico e altruistico e la fondamentale attività svolta a sostegno del reparto di pediatria oncologica dell’ospedale SS. Annunziata”, come ha spiegato Lucio Lonace, presidente del Consiglio comunale.

Fortemente interessata alla questione ambientale e sanitaria di Taranto, inclusa l’Ilva, la conduttrice del programma Mediaset si è dedicata molto alla raccolta di fondi per l’oncologia infantile. È stata testimonial, infatti, delle magliette “Ie Jesche Pacce Pe Te” – campagna organizzata da Tutti gli amici del Mini Bar – per sostenere l’apertura del reparto ospedaliero. Il titolare del locale, Ignazio D’Andria, con l’Associazione Arcobaleno nel Cuore ha finanziato l’assunzione a tempo determinato di una pediatra da inserire nella struttura.

“Abbiamo contribuito a realizzare un reparto ospedaliero che era fondamentale per Taranto, impensabile che non ci fosse in una città come questa – ha dichiarato Toffa durante la cerimonia – Ora c’è. Queste famiglie hanno un supporto perché è già difficile affrontare il cancro. So di cosa parlo. E quindi era fondamentale averlo. Bisogna curare i feriti di una guerra”.

La Iena, da più di un anno, combatte contro un tumore al cervello. Da diverso tempo è in cura e, a proposito della malattia, ha scritto anche un libro, Fiorire d’Inverno. La mia storia.

“Questi genitori, questi bambini che combattono contro il cancro, hanno una forza immane. Io ho imparato da questa città. Per questo io ci sarò sempre per loro, ancora più di prima. Voi avete insegnato a me”. Toffa è molto legata al quartiere Tamburi, tra i più vicini all’impianto dell’Ilva, l”industria siderurgica al centro di numerose polemiche, anche politiche, da anni.