Me

Poligamia, biancheria intima speciale e astinenza dal caffé: tutte le curiosità da sapere sui mormoni

Hanno regole di comportamento molto rigide e sono ritenuti particolarmente adatti a lavorare nei servizi segreti, ecco alcune cose da sapere sui mormoni

Immagine di copertina
Una famiglia mormone nello Utah, Stati Uniti. Credit: Afp

Mormoni poligamia, usanze e regole: tutto quello che c’è da sapere

Poche sono le religioni attorno alle quali girano miti e leggende come quelle che ruotano intorno ai mormoni. Sarà perché il loro fondatore era poligamo? O perché hanno regole di comportamento molto rigide e usanze particolari che stimolano la fantasia?

In ogni caso i mormoni sono molto attivi, e non solo negli Stati Uniti, dove questa confessione religiosa è nata. Il 2019, infatti, è l’anno dell’inaugurazione del tempio mormone di Roma, che si trova nella zona di Settebagni, nel nordest della Capitale (qui le foto del tempio e le informazioni sulle visite gratuite).

Abbiamo già spiegato in un precedente articolo chi sono i mormoni e perché hanno costruito un tempio a Roma. In questo articolo, invece, abbiamo raccolto una serie di curiosità su di loro.

  • Sono appassionati di ricerche genealogiche

Fuori da Salt Lake City, nello Utah (Usa), dove c’è la sede principale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (nome ufficiale dei mormoni), esiste un grande bunker sotterraneo dove loro conservano dati genealogici di tutto il mondo.

Il caveau delle Granite Mountain è uno dei 9 luoghi più protetti al mondo, con guardie armate e sensori di movimento e di calore.

Il lavoro di raccolta dura da 100 anni con miliardi di immagini in microfilm e media digitali.

La ragione? I mormoni credono che se scoprono un loro avo possono battezzarlo anche da morto e garantirgli così la possibilità di andare in paradiso.

Gli archivi mormoni si possono consultare su Family Search.

  • Non fumano, né bevono alcolici, tè o caffè

I mormoni ritengono che il corpo sia “un dono prezioso di Dio”.

Per questo devono in generale tenere corpo e mente in salute e sottolineano “i benefici di una dieta sana e della salute fisica e spirituale”.

Ritengono inoltre che Dio si sia dichiarato contro l’uso di: tabacco, alcolici, caffè e tè, droghe.

  • Sono sempre più numerosi

Negli Stati Uniti il mormonismo è la religione che cresce a ritmo più rapido, secondo i dati del Pew Research Center.

Con circa 8 milioni di seguaci, la loro è la quarta religione degli Stati Uniti. Possono contare 50mila giovani missionari.

I mormoni vivono sopratutto negli stati occidentali, lo Stato che ne ospita di più è lo Utah (35 per cento), dove si trova anche la loro sede principale a Salt Lake City, segue la California con il 13 per cento.

Nel mondo, i membri nel mondo sono quasi 16 milioni.

  • Hanno una biancheria intima speciale

I mormoni indossano indumenti intimi speciali chiamati “veste del tempio”, che hanno lo scopo di ricordare il patto speciale tra uomo e Dio.

Sono indumenti sacri che coprano dalle spalle alle ginocchia, e i mormoni sono tenuti a indossarla, dopo aver partecipato alla cerimonia dell'”investitura”.

Alcuni ritengono anche che questa biancheria sia una forma di “protezione spirituale contro le tentazioni e il male”.

  • Questi personaggi famosi sono mormoni

Il mormone più famoso al mondo è probabilmente Mitt Romney, candidato alle presidenziali degli Stati Uniti come sfidante di Barack Obama.

Tra i membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ci sono anche Brandon Flowers, il cantante dei Killers e Stephenie Meyer, autrice della saga Twilight (l’amore tra Bella ed Edward viene visto come una metafora del “matrimonio eterno”, una dottrina tipica dei mormoni).

L’attore canadese Ryan Gosling è cresciuto in una famiglia di mormoni, ma oggi non è particolarmente devoto a questo credo.

  • Non è vero che i mormoni sono poligami (tranne alcune eccezioni)

Anche se il fondatore della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, Joseph Smith, era poligamo, i mormoni hanno rinunciato alla poligamia nel 1890, ritenendola possibile solo nell’aldilà.

Negli Stati Uniti esistono però mormoni fondamentalisti appartenenti alla Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, che praticano ancora la poligamia, ma la chiesa ufficiale ha preso le distanze da loro e minaccia scomuniche.

Era un leader della Chiesa fondamentalista Warren Jeffs, l’uomo arrestato nel 2006 per aver violentato le sue spose bambine. Aveva 78 mogli, un terzo delle quali di età inferiore ai 17 anni.

  • Non hanno il clero

I mormoni non sono organizzati con un clero vero e proprio, ma sono guidati da leader religiosi.

La sfera più alta della gerarchia mormone è costituita da un presidente, che ha il titolo di “profeta, veggente e rivelatore” e da 12 apostoli.

Secondo i mormoni, Gesù sotto la guida di Dio (o il Padre celeste) rivelerebbe la sua volontà al capo della Chiesa, che opera per suo conto.

In determinate circostanze queste rivelazioni assumono valenza di sacra scrittura e vengono canonizzate. A volte annullano quelle precedenti.

  • I mormoni e l’omosessualità

Negli Stati Uniti i mormoni hanno condotto una lunga battaglia contro i matrimoni gay.

Quando nel 2015 una sentenza della Corte Suprema ha approvato la loro validità a livello nazionale, hanno sottolineato che “è possibile convivere in modo rispettoso anche con chi ha valori diversi” e chiesto ai leader delle chiese di non perseguitare nessuno.

  • Devono cedere alla loro chiesa il 10 per cento dei loro guadagni

I Santi degli Ultimi Giorni (nome ufficiale dei mormoni) devono cedere alla chiesa la cosiddetta decima, cioè il 10 per cento dei loro guadagni.

“La nostra più importante fonte di reddito è l’antica legge della decima”, ha detto Gordon B. Hinckley, 15° presidente della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. “Ai nostri membri è chiesto di pagare il dieci percento delle loro entrate per progredire nell’opera della Chiesa. La cosa meravigliosa e notevole è che essi obbediscono. La decima non è tanto una questione di denaro, quanto una questione di fede. Diventa un privilegio e un’opportunità, non un peso”.

  • Cia e FBI hanno speciali programmi di reclutamento per i mormoni

I loro costumi morigerati vengono molto apprezzati dai vertici dei servizi segreti, ma questo non è l’unico fattore di rilievo.

I mormoni hanno spesso una forte conoscenza delle lingue straniere, per via delle missioni in cui vengono inviati all’estero.

Data l’astensione da droga e alcol e l’obbedienza all’autorità, impiegano inoltre un tempo relativamente breve per ottenere il “nulla osta sicurezza”, indispensabile per trattare informazioni, documenti o materiali classificati. Non è da sottovalutare neanche l’attitudine al servizio, cui vengono abituati sin da giovani.

Tra gli agenti segreti mormoni ricordiamo J. Martell Bird, noto leader mormone che lavorò tra gli anni Quarante e gli anni Sessanta con J. Edgar Hoover, e Richard W. Miller, un agente dell’Fbi processato per aver passato informazioni ai sovietici, che fu scomunicato dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni per adulterio nel 1984.