Me

No, i rifugiati non “li accogliamo solo noi”, come dice Salvini

I dati parlano chiaro: nel nostro paese ci sono in tutto 131mila persone con lo status di rifugiato, 2,7 ogni mille abitanti

Immagine di copertina
Credit: Guillaume Pinon/NurPhoto/AFP

“Basta. Noi non siamo i più fessi d’Europa. Gli altri facciano la loro parte, perché noi lo abbiamo fatto abbondantemente”. A dirlo è il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini che torna a puntare il dito contro l’Europa in merito al numero di rifugiati accolti in Europa.

Una critica che assomiglia sempre più uno slogan, che abbiamo sentito ripetere spesso negli ultimi giorni, mentre in mezzo al mar Mediterraneo 49 migranti restavano bloccati per 19 giorni su due navi, Sea Watch e Sea Eye, a pagare le conseguenze di un braccio di ferro logorante tra il governo italiano e il resto dei paesi europei.

Poi i migranti sono stati fatti sbarcare a Malta. I 49 a bordo verranno redistributi in otto paesi europei, 18 verranno accolti in Italia, ma dalla Chiesa valdese.  [qui il video del momento in cui la notizia dello sbarco viene data sulla Sea Eye]

Ma è davvero come dice Salvini? Facendo un conto sul numero di migranti che hanno ottenuto lo status di rifugiati, non su quelli irregolari, i dati forniti da UNHCR e Carta di Roma indicano che al primo posto c’è la Svezia, con il 23,7 rifugiati ogni mille abitanti. Al secondo posto si piazza Malta, con 17,3 migranti con lo status di rifugiato ogni mille cittadini maltesi. Al terzo posto c’è l’Austria, che accoglie 13 migranti, mentre la Germania ne ospita 11,7.

TPI a bordo della nave Sea Watch 3: “Alcuni migranti rifiutano cibo, il teatro della politica italiana non ci interessa”

Dopo la Germania arriva la Francia, con i suoi 5 rifugiati ogni mille abitanti. Solo sesta l’Italia: il nostro paese accoglie 2,7 migranti ogni mille cittadini italiani. Per quanto riguarda il blocco di Visegard – Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia – accoglie pochissimi migranti con permesso umanitario: neanche uno ogni mille abitanti.

La portavoce di Sea Watch a TPI: “Parole di Di Maio retoriche e irresponsabili. Qui si fa teatro sulla pelle delle persone

Chiarezza va fatta anche rispetto agli sbarchi. L’invasione in atto paventata dal ministro dell’Interno non c’è, e sono ancora una volta i numeri a dirlo chiaramente: i migranti arrivati sulle coste italiane nel 2018 sono stati 21.371. In 32.362 sono arrivati in Grecia, a Malta sono arrivati 1.182 migranti, mentre la Spagna ha visto sbarcare 62.479 persone.