Me

Il museo più “bizzarro” del mondo si trova a Tokyo: al suo interno esposti 60 mila diversi parassiti

Al suo interno è possibile ammirare anche il verme solitario più lungo al mondo

Immagine di copertina

Tokyo, la popolosa capitale del Giappone, è una città che offre ai suoi turisti moltissime attrazioni e divertimenti con il suo mix di elementi tradizionali e ultramoderni. Se passate da quelle parti, però, non potete perdervi questa grande particolarità: il Meguro Parasitological Museum.

Si tratta di un museo davvero unico nel suo genere, perché è interamente dedicato ai parassiti; fondato e interamente finanziato nel 1953 dal Dottor S. Kamegai, il Meguro Museum è stato poi ricostruito nell’attuale edificio dove ha la sua sede.

All’interno di esso sono conservati ben 60 mila esemplari di parassiti, di cui 300 sono messi in esposizione per i suoi curiosi – e non certo schizzinosi – visitatori. Inoltre è presente una biblioteca con 6 mila volumi e 50 mila documenti, il che rende il Meguro un polo scientifico di tutto rispetto.

Chi vi si addentra può anche ammirare il verme solitario più lungo del mondo, il Diphyllobothrium nihonkaiense: la sua misura è infatti di 8,8 metri ed è stato donato da un paziente che, dopo averlo contratto mangiando pesce crudo, riuscì a liberarsene grazie a un vermifugo.

Museo parassiti Tokyo | Cosa potete trovare nel museo più bizzarro del mondo

Per accedere al Meguro Parasitological Museum non si paga l’ingresso, perché l’istituto si finanzia grazie alle donazioni di privati e società. Non si trova nemmeno fila per entrare, dal momento che non è un luogo – per la sua natura piuttosto “stramba” – generalmente assediato di turisti. Vale la pena, quindi, fare un salto in questo luogo davvero bizzarro dove è possibile guardare questi particolari animali che si nutrono di altri esseri viventi.

Il museo, per altro, è anche un luogo di scienza: come centro di ricerca e istruzione, il Meguro Museum fornisce informazioni e dati sulle diverse specie di parassiti esistenti. Facendo un giro fra le varie sale, infatti, è possibile scoprire davvero di tutto sui piccoli esseri viventi e aggiornarsi sulle ultime scoperte e ricerche in merito; l’attrazione più cercata dell’istituto, comunque, rimane il verme solitario più lungo al mondo che, come già anticipato, misura più di 8 metri ed è stato donato al museo dal suo ex “possessore”.