Me

Ultimi sondaggi politici 2018 | M5S al 25,5 per cento, -8,7 punti persi dalle elezioni del 4 marzo

Ecco cosa indicano le rilevazioni dei principali istituti di sondaggi sui partiti italiani

Immagine di copertina
Il murale su Salvini e Di Maio dello street artist TvBoy. Credit: Afp/Miguel MEDINA

Sondaggi politici | Elezioni 2018 | Gli aggiornamenti, le news e le proiezioni, sondaggio dopo sondaggio | Partiti |

Le elezioni del 4 marzo 2018  hanno segnato uno spartiacque per la politica italiana (qui tutte le ultime notizie). Ma oggi chi voterebbero gli italiani? Gli ultimi sondaggi politici elettorali.

Sondaggi politici 14 dicembre – Youtrend/ Agi- Salvini e Di Maio sempre più distanti, M5S al 25,5 per cento

Il nuovo sondaggio YouTrend/Agi registra un ulteriore calo del M5S, che ha perso 6 decimi di punto, arrivando al 25,5 per cento. In totale da aprile 2018, il partito di Di Maio ha per 8,7 punti percentuali.

Il partito del ministro degli Interni Matteo Salvini perde lo 0,7 per cento, sfiorando quota 31 per cento. Calo anche per il Pd, che continua il suo trend discendente, perdendo lo 0,6 per cento. Il Pd arriva sotto il 17 per cento dei consenti. Anche Forza Italia in calo.

Il partito di Silvio Berlusconi si attesta sul 9 per cento. Fratelli d’Italia in leggera crescita, arriva al 3,7 per cento. In crescita anche +Europa, che arriva al 2,5 per cento e Potere al Popolo, al 2,1 per cento.

Sondaggi politici 13 dicembre – Ipsos per Corriere della Sera – Legittima difesa, “grillini” sempre più leghisti: 7 su 10 a favore della nuova legge

Il 51% degli italiani è favorevole a estendere la legittima difesa “alla Salvini”.

Ma il dato più interessante del sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera secondo è quello che vede quasi 7 elettori del Movimento su 10, il 67 per cento, d’accordo con la proposta della Lega a modificare le norme e legittimare sempre e comunque il diritto alla difesa personale.

Diviso sul tema, invece, l’elettorato di sinistra. Quello di area Pd è combattuto tra la modifica della legge (31 per cento), lasciare tutto com’è (31 per cento) e chi è proprio contrario alla legittima difesa (30 per cento).

Plebiscito, ovviamente, a una estensione della legittima difesa per l’elettorato del Carroccio: l’81 per cento dei leghisti pensa che sia indispensabile cambiare le norme e legittimare sempre e comunque il diritto alla difesa personale.

Sondaggi politici 11 dicembre – Winpool per Scenari Politici – Il partito di Renzi? Farebbe crollare il Pd

La nascita di un partito renziano farebbe crollare il Pd addirittura all’11,8 per cento dei consensi. È questo il risultato del sondaggio effettuato da Winpool – Scenari Politici che ha “pesato” un eventuale partito guidato da Matteo Renzi. Ebbene, quello che viene definito “ipotetico movimento politico” è già in orbita 10 per cento. Per la precisione al 9,4 per cento. Numeri che sarebbero frutto esclusivamente dell’erosione del Partito democratico.

Qui l’articolo completo.

Sondaggi politici 11 dicembre – Swg per TgLa7 – Il M5s continua a perdere consensi: Lega avanti 6 punti

Secondo l’ultima rilevazione effettuata i 5stelle perdono l’1,1 per cento, scendendo così al 26,2 per cento. E ora la distanza tra M5s e Lega è di quasi 6 punti percentuali, il massimo dalla nascita dell’alleanza di governo.

Qui l’articolo completo.

Sondaggi politici 6 dicembre – Agi/Youtrend –  Giù M5s e Lega ma maggioranza al 57 per cento

I dati prendono in esame i risultati per coalizione: il centrodestra passa dal 37 per cento del 4 marzo al 44 per cento.

Stesso andamento ma di segno opposto per il Movimento Cinque Stelle. Il centro sinistra si mantiene sotto il 20 per cento

Qui l’articolo completo.

Sondaggi politici 4 dicembre – Swg per TgLa7: il M5S torna a crescere

Il caso del lavoro nero nell’azienda del padre di Luigi Di Maio non sembra aver scalfito il consenso elettorale del Movimento Cinque Stelle. Anzi, nell’ultima settimana il bacino di voti potenziali del M5S si è addirittura ingrossato di quasi un punto percentuale.

A dirlo è il sondaggio politico settimanale realizzato dall’istituto Swg per il TgLa7 di Enrico Mentana: secondo la rilevazione, i pentastellati sono al 27,3 per cento, a fronte del 26,5 rilevato il 26 novembre. Restano comunque quasi 5 punti di distacco tra il M5S e la Lega: il partito di Salvini, infatti, cresce dello 0,5 per cento e si assesta a quota 32 per cento. Qui l’articolo completo.

Sondaggi elettorali 2 dicembre – Istituto Noto sulle primarie del Pd: Zingaretti sorpassa Minniti 

Secondo gli ultimi sondaggi politici dell’Istituto Noto in vista delle primarie del Pd, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti è in vantaggio con il 39 per cento dei consensi sull’ex ministro dell’Interno Marco Minniti che ha raggiunto il 32 per cento. Il segretario uscente Maurizio Martina conquista invece il 29 per cento. (Qui l’articolo completo)

Sondaggi politici 1 dicembre – Sondaggio Demopolis: gli italiano bocciano la “manovra del popolo”

Tra Lega e Movimento Cinque Stelle c’è una distanza di 4 punti percentuali. È quanto emerge da un sondaggio realizzato in data 30 novembre 2018 dall’istituto Demopolis per il programma televisivo Otto e Mezzo, in onda su La7. Il partito guidato da Matteo Salvini continua a essere la prima forza politica del Paese con un consenso pari al 32 per cento, a fronte del 28 per cento del M5S.

Campagna regione lazio

Giudizio negativo, invece, sulla manovra economia: solo il 33 per cento ritiene che dovrebbe essere mantenuta così com’è stata varata dall’esecutivo, mentre per il 51 per cento andrebbe parzialmente modificate e per il 16 per cento completamente riscritta. Qui l’articolo completo.

Sondaggi elettorali 30 novembre – Supermedia YouTrend: aumenta il distacco Lega-M5S

La Lega continua a crescere e il Movimento Cinque Stelle continua a calare. Queste le tendenze che emergono dalla Supermedia dei sondaggi elettorali realizzata da YouTrend e Agi sulla base delle rilevazioni condotte dai principali istituti di sondaggio nell’ultima settimana.

Il distacco tra i due partiti di governo arriva a sfiorare i sei punti percentuali, con la Lega che oggi raccoglierebbe in media il 31,8 per cento dei voti e il M5S a quota 26,1 per cento. Qui l’articolo completo.

Sondaggi politici 29 novembre – Sondaggio Emg: cala la fiducia degli italiani nei tre leader di governo. Ma Salvini è ancora in testa

Matteo Salvini resta in testa tra i leader politici che riscuotono maggiore fiducia in Italia con una percentuale del 49 per cento, sebbene in calo di un punto rispetto al sondaggio  della settimana scorsa. In seconda posizione, anche lui in calo di un punto, il premier, Giuseppe Conte, con il 46 per cento. Luigi Di Maio è terzo con il 43 per cento: è quanto emerge da un sondaggio EMG presentato ad Agorà, su Raitre.

Nell’opposizione Paolo Gentiloni è stabile al 26 per cento, Giorgia Meloni è al 21 per cento, in risalita di due punti. In calo di un punto anche Renzi e Berlusconi che riscuotono la fiducia rispettivamente del 16 per cento e del 15 per cento.

Sondaggi elettorali 27 novembre – Sondaggio Swg: il 68 per cento degli italiani chiede al governo di cambiare la manovra

Il 68 per cento degli italiani chiede al governo di cambiare la manovra. È quanto emerge dal sondaggio politico realizzato da Swg per il TgLa7. Di fatto, questi numeri dimostrano quanto gli italiani siano preoccupati da un eventuale braccio di ferro tra Roma e Bruxelles.

Per il 35 per cento degli intervistati il governo dovrebbe riesaminare “completamente” il Def dopo la bocciatura dell’Ue. Solo il 19 per cento vorrebbe un governo battagliero fino in fondo.

Inevitabile, stando questi numeri, la conseguenza sugli andamenti di voto. La Lega resta prima ma perde consensi, scendendo al 31,5 per cento (-1,2 per cento). Stabile invece il Movimento 5 stelle al 26,5 per cento.

Sondaggi politici 26 novembre – Sondaggio Lorien Consulting: a sorpresa cala la Lega. Risale il M5s. Primi segnali di crescita per il Pd

Lega in calo al 30 per cento. Movimento 5 stelle in lenta risalita e ora al 28,3 per cento. È il risultato a sorpresa dell’ultimo sondaggio elettorale dell’Osservatorio Lorien Consulting che vee il Carroccio perdere qualche punto percentuale rispetto alle ultime settimane.

Dal 30,7 per cento la forza politica guidata da Matteo Salvini scende al 30 per cento. Inverte invece la tendenza il Movimento 5 stelle, che dall’ultima rilevazione sembra aver suprato il momento nero come invece evidenziano gli altri istituti demoscopici.

Secondo l’ultimo sondaggio dell’Osservatorio Lorien Consulting è in crescita anche il Partito democratico, dato al 16,8 per cento mentre è in leggero calo Forza Italia, all’11,2 per cento.

In calo, passando alla fiducia degli italiani nei leader politici, anche i numeri di Mateo Salvini, che passa dal 52 per cento di settembre al 49 per cento. In crescita invece sia il premier Giuseppe Conte, che arriva al 45 per cento, che il vicepremier del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio che sale dal 42 per cento al 44 per cento.

Sondaggi elettorali 24 novembre – Sondaggio Ipsos: la Lega guadagna ancora punti, sale al 36,2 per cento e si stacca dai M5s

Secondo l’ultimo sondaggio pubblicato da Ipsos, il consenso nei confronti della Lega è in continua ascesa. Oltre il 36,2 per cento degli intervistati, infatti, dichiara che ad oggi voterebbe per il partito di Matteo Salvini.

Cresce dunque il divario con il Movimento Cinque Stelle, che registra un gradimento del 27,7 per cento. Un dato che comunque dimostra una crescita anche per il partito guidato da Luigi Di Maio, che nell’ultimo sondaggio di Supermedia Agi-Youtrend si era fermato al 26,2 per cento.

Il Pd è al 16,8 per cento. Crescono, però, astenuti e indecisi: più di 36 persone su 100.

Per quanto riguarda il gradimento nei confronti dei singoli leader, deciso arretramento per Di Maio: per la prima volta, infatti, le valutazioni negative prevalgono su quelle positive nei suoi confronti (46 contro 41 per cento).

Oltre al gradimento verso il leader pentastellato (da 51 a 47), cala anche quello nei confronti del premier Giuseppe Conte (da 64 a 62). Sale invece Salvini (60) che riduce il suo divario dal presidente del Consiglio.

Sondaggi politici 22 novembre – Supermedia Agi-Youtrend: sale la Lega mentre M5S perde punti. Distacco record tra i due partiti di governo a vantaggio del Carroccio

La Lega in lieve ripresa si riavvicina al 31 per cento, mentre il Movimento 5 Stelle continua a perdere consensi per la quarta settimana consecutiva fermandosi al 26,2 per cento.

Il vantaggio della Lega sul suo alleato di governo tocca un nuovo valore massimo, guadagnando 4,6 punti in più rispetto ai 5 Stelle, che alle elezioni del 4 marzo era in vantaggio di oltre 15 punti.

Questa la situazione politica fotografata dalla Supermedia realizzata da YouTrend e Agi sulla base dei sondaggi politici dell’ultima settimana che evidenzia la crisi tra le due forze di governo.

Lega e M5S insieme non raggiungono più il 60 per cento, fermandosi invece al 57 per cent0.

In crescita invece i partiti all’opposizione. Forza Italia arriva al 9,4 per cento, mentre Fratelli d’Italia al 3,9 per cento, raggiungendo i loro valori migliori da luglio 2018.

Liberi e uguali è al 2,6 per cento, +Europa al 2,4 per cento e Potere al popolo al 2 per cento, mentre il Pd resta fermo al 17,1 per cento.

I risultati in sintesi:

  • Lega – 30,8 per cento
  • M5S – 26,2 per cento
  • Pd – 17,1 per cento
  • Forza Italia – 9,4 per cento
  • Fratelli d’Italia – 3,9 per cento
  • LeU – 2,6 per cento
  • Potere al popolo – 2 per cento
  • +Europa – 2,4 per cento

Sondaggi elettorali 20 novembre – Sondaggio Swg: M5S sempre più giù, cresce la Lega

Si amplia il vantaggio della Lega sul Movimento Cinque Stelle: secondo il sondaggio politico realizzato a cadenza settimanale dall’istituto Swg per il TgLa7, il partito di Matteo Salvini al 19 novembre vede aumentare il proprio consenso di un punto percentuale rispetto a sette giorni prima, a fronte di un calo sempre di un punto per i Cinque Stelle

La Lega si conferma si gran lunga la prima forza politica d’Italia con una percentuale di consenso pari a 32,7, mentre il movimento guidato da Luigi Di Maio non supera quota 26,4 per cento. I due alleati di governo insieme sfiorano comunque il 60 per cento.

Il Partito democratico ha perso 0,6 punti nell’ultima settimana, con un potenziale di voti pari al 17,5 per cento. Forza Italia non supera l’8 per cento, mentre Fratelli d’Italia è stabile al 3,5 per cento.

I risultati in sintesi:

  • Lega – 32,7 per cento
  • M5S – 26,4 per cento
  • Pd – 17,5 per cento
  • Forza Italia – 7,8 per cento
  • FdI – 3,5 per cento
  • +Europa – 3 per cento
  • LeU – 2,5 per cento
  • Potere al popolo – 2,3 per cento

Sondaggi politici 16 novembre – Supermedia Agi-Youtrend: M5S precipita, record negativo del 2018

La Lega stabile, mentre il Movimento Cinque Stelle scivola al minimo di quest’anno, un 26,6 per cento che non si era visto nemmeno prima delle elezioni del 4 marzo. È la fotografia della Supermedia realizzata in collaborazione da Agi e Youtrend sulla base dei sondaggi condotti nelle ultime due settimane dai principali istituti di ricerca.

La Lega, dopo cinque settimane consecutive di calo, resta sopra la soglia psicologica del 30 per cento. I Cinque Stelle segnano invece il dato peggiore di tutto il 2018. La riaggregazione per “blocchi” parlamentari indica la somma di Lega e M5s sotto il 57 per cento, in calo di due punti e mezzo rispetto a un mese fa, anche se si tratta di un dato superiore a quello registrato al momento della nascita del governo Conte.

Le opposizioni, a cominciare dal Pd e da Forza Italia, fanno segnare un dato tendenzialmente in crescita, anche se non esaltante: entrambi infatti sono ancora sotto il (pessimo) risultato elettorale conseguito alle elezioni politiche del 4 marzo.

I risultati in sintesi:

  • Lega – 30,2 per cento
  • M5S – 26,6 per cento
  • Pd – 16,91 per cento
  • Forza Italia – 9,4 per cento
  • FdI – 3,7 per cento
  • +Europa – 2,5 per cento
  • LeU – 2,2 per cento
  • Potere al popolo – 2,1 per cento

Sondaggi elettorali 13 novembre – Chi vincerà le primarie del Pd?  

“Chi voterebbe alle primarie del Pd?”, è la domanda che è stata posta dall’istituto Izi Research agli intervistati per condurre il sondaggio sulle primarie del Pd.

Nel sondaggio pubblicato da Repubblica non sono comprese solo le candidature ufficializzate, ma anche quelle ancora incerte come quella di Minniti e del segretario uscente Martina.

I sondaggi danno come favorito il candidato Nicola Zingaretti che vanta il 40,4 per cento dei consensi.

Marco Minniti gode del 23,2 per cento, Martina il 18,1 per cento.

Dietro gli altri: Matteo Richetti al 6,9 per cento, Dario Corallo al 4,8 per cento, Francesco Boccia al 4 per cento e Cesare Damiano al 2,6 per cento. Indecisi, invece, il 22,8% degli intervistati.  (Qui gli altri sondaggi sulle primarie del Pd)

Sondaggi politici 13 novembre – Come sono cambiati i sondaggi dal 4 marzo a oggi

Il sito economico Money.it ha monitorato l’andamento dei sondaggi politici elettorali da marzo a novembre per individuare quali forze politiche hanno guadagnato consenso e quali ne hanno perso. L’indagine ha preso in esame le rilevazioni condotte dall’istituto Swg. Qui il grafico che riassume come sono cambiati i sondaggi elettorali negli ultimi otto mesi.

Sondaggi elettorali 13 novembre – Sondaggio Swg: la Lega stacca di 4 punti i Cinque Stelle

Lega in crescita, Movimento Cinque Stelle in leggero calo, Pd stabile, Forza Italia sempre più giù. È il quadro che emerge dal sondaggio settimanale condotto dall’istituto Swg per il TgLa7 in data 12 novembre. Il partito di Matteo Salvini si conferma prima forza politica del Paese, con un consenso pari al 31,7 per cento (+1,3 punti percentuali rispetto a una settimana fa).

Il Movimento Cinque Stelle ha perso invece quasi un punto negli ultimi sette giorni e veleggia al 27,4 per cento (-0,8), mentre il Pd è poco sopra il 18 per cento e Forza Italia scende al 7,4 per cento, a fronte dell’8,3 per cento di una settimana fa.

I risultati in sintesi:

  • Lega – 31,7 per cento
  • M5S – 27,4 per cento
  • Pd – 18,1 per cento
  • FI – 7,4 per cento
  • FdI – 3,7 per cento
  • +Europa – 2,7 per cento
  • Potere al popolo – 2,5 per cento
  • LeU – 2,3 per cento