Me

Ghali: tutto quello che c’è da sapere sul giovane rapper italiano di origini tunisine

Dalla sua prima band al successo di Cara Italia, la storia del nuovo fenomeno musicale del nostro Paese

Immagine di copertina

Ghali chi è | Carriera | Vita privata | Ospite X-Factor 2018

“Sono ancora un bambino, un po’ italiano, un po’ tunisino”, canta in Cara Italia, una delle sue canzoni di maggior successo. E in effetti, a giudicare dalla carta di identità di Ghali, ci si accorge di come il rapper milanese di origini africane, uno dei più famosi in Italia, sia ancora poco più che un ragazzino.

Nato il 21 maggio 1993, Ghali Amdouni (questo il suo nome per intero), a 25 anni è già in testa alle classifiche delle hit più ascoltate nel nostro Paese. I numeri delle sue canzoni su Youtube sono impressionanti: milioni e milioni di visualizzazioni, a riprova che il suo è un pubblico composto in maggioranza da giovanissimi.

Il 13 dicembre 2018, inoltre, sarà uno degli ospiti della finale di X-Factor, su Sky Uno.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SU X-FACTOR 2019

Ghali | Carriera | Gli inizi

Nato a Milano da genitori tunisini, il rapper cresce nel quartiere Baggio, alla periferia ovest del capoluogo milanese. Inizia a cantare quando è poco più che maggiorenne: nel 2011 fonda la band Troupe d’Elite, insieme a En Nyah (oggi Ernia), Maite e FonzieBeat.

Il giovane, che in questo periodo si fa chiamare Fobia (e dopo Ghali Foh), entra a far parte dell’etichetta discografica del rapper dei Club Dogo Guè Pequeno, la Tanta Roba.

Dopo aver avviato la sua carriera solista, Ghali pubblica il suo primo mixtape, “Leader Mixtape”.

Nel 2014 il cantante decide di aprire un canale Youtube, sul quale inizia a caricare una serie di video e di brani scritti di suo pugno. Grazie al suo canale social, il nome di Ghali inizia a girare nel panorama musicale italiano.

La sua popolarità cresce anche grazie a Fedez, che gli fa aprire alcuni suoi concerti nel suo Pop-Hoolista tour 2015. Nello stesso anno cambia il suo nome d’arte in Ghali.

Ghali | Carriera | La svolta

Ad ottobre 2016, Ghali pubblica Ninna Nanna, il suo singolo di debutto, tramite la sua etichetta Sto Records.

Con questa canzone, Ghali entra nella storia della musica italiana: nel solo primo giorno di arrivo su Spotify, infatti, Ninna Nanna fa registrare il più alto numero di ascolti sulla piattaforma streaming.

Ninna Nanna arriva poi a ottenere il triplo platino. Seguono Pizza Kebab e soprattutto Happy Days, il terzo singolo con cui il cantante anticipa il suo primo album in studio, “Album”, uscito a maggio 2017.

Ghali diventa un punto di riferimento per la nuovissima generazione di rapper emergenti in Italia, soprattutto per quel che riguarda la corrente della Trap.

> QUI I RAPPER ITALIANI SFREGIANO SEMPRE PIU’ SPESSO SALVINI NELLE LORO CANZONI

Sempre nel 2017, pubblica anche la raccolta “Lunga vita a Sto”, che racchiude tutte le canzoni pubblicate sul canale Youtube tra il 2014 e il 2016.

Ghali | Carriera | Cara Italia

Il 2018 è l’anno della vera consacrazione per il rapper di origini tunisine. Il suo singolo Cara Italia, anticipato da uno spot della Vodafone, diventa un manifesto a favore dell’integrazione degli stranieri nel nostro Paese.

Il cantante, infatti, nella sua nuova canzone racconta la sua vita, di come è cresciuto nei sobborghi milanesi sentendosi sempre un po’ diverso, nonostante l’Italia sia casa sua.

Campagna regione lazio

> QUI È DI GHALI IL VIDEO MUSICALE ITALIANO PIU’ VISTO DI SEMPRE

Ghali | Vita privata

Né dalle interviste né dai suoi social ci sono segnali circa una relazione amorosa di Ghali. Sembra infatti che il rapper sia single, o comunque sia bravo a mantenere riservata una sua eventuale storia d’amore.

Quando Ghali è solo un bambino, il padre viene arrestato e finisce in carcere. Cresce solo con la madre, che a 38 anni si ammala di cancro. Fortunatamente, la donna riesce a sconfiggere la malattia.

A lei è dedicato il primo album ufficiale del cantante. E anche una canzone, “Habibi”, che significa “Amore mio”.

Durante la sua adolescenza, il giovane rapper è più volte vittima di bullismo. Trova la forza di reagire proprio grazie alla scrittura.

Il rapper ha dichiarato di avere un debole per Jovanotti. Oltre al cantante italiano, tra i modelli musicali cui fa riferimento il cantante ci sono Michael Jackson e Stromae.

Ghali | Social

Il web è il luogo in cui Ghali è nato e cresciuto come artista. Dunque non è strano vedere come il rapper milanese sia molto attivo sui social network.

Il cantante è fortissimo su Instagram, dove è una vera celebrità (QUI il suo profilo ufficiale). Sul social dedicato alle foto infatti ha superato i due milioni di fan.

Il suo account Facebook conta più di 400mila follower. Un po’ indietro Twitter, rimasto fermo a ottobre 2018: “Niente da fare, non ce la faccio a seguire Twitter”, ha scritto il cantante nel suo ultimo post.