Me

Facebook down oggi | Ultim’ora: tutti gli aggiornamenti in tempo reale

Immagine di copertina

Facebook down oggi: tutti gli aggiornamenti | Le notizie live e le ultime news

FACEBOOK DOWN – Ogni tanto capita che il più famoso social network del mondo, Facebook, vada in down, crolli, non funzioni correttamente o affatto.

> QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUI DOWN DI INSTAGRAM

> QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUI DOWN DI TWITTER

Perché? Le cause possono essere diverse: attacchi informatici, bug, aggiornamenti vari. Difficilmente però le cause vengono rese note dalla piattaforma che però – va sottolineato – spesso risolve i problemi nel giro di qualche minuto.

A questo link una mappa utile per seguire in tempo reale le segnalazioni sul down di Facebook.

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

Facebook down 5 dicembre 2018

Alcuni utenti su Twitter stanno segnalando la presenza di problemi su Facebook. A molti utenti risulta impossibile accedere al proprio profilo.

I problemi si stanno verificando non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa. Ad alcuni utenti che erano loggati su Facebook è risultato impossibile accedere nuovamente all’account, dopo essere stati improvvisamente disconnessi.

Molti utenti hanno subito pensato di essere stati vittima di un attacco hacker.

“Errore di accesso – Si è verificato un errore imprevisto. Prova a effettuare nuovamente l’accesso”, è stato il messaggio che molti utenti hanno riscontrato.

L’ultima volta che è successo, il 28 settembre del 2018, l’azienda aveva dovuto ammettere che si trattava di una misura per la protezione degli utenti in seguito a un attacco informatico che ha esposto informazioni di 50 milioni di account.

Facebook sta indagando sul blocco riscontrato dagli utenti e fornirà un aggiornamento “il prima possibile”, ha affermato la società al giornale britannico Daily Express.

Secondo Downdetector, sito che traccia gli inconvenienti sulle maggiori piattaforme online, a oltre due ore dall’inizio degli inconvenienti, i problemi sono tutt’altro che risolti: si stanno riscontrando sia su app che tramite mobile e versione web.

Alcuni utenti, oltre a segnalare di essere stati espulsi dalla piattaforma, avrebbero tentato di modificare la password senza riuscirci. Il social network non invierebbe i codici di conferma necessari per cambiare la chiave d’accesso.

La mappa di Downdetector, che indica quali sono le aree più colpite, concentra le segnalazioni in tutte le maggiori città europee. Particolarmente colpite sono anche Varsavia, Birmingham e Amsterdam.

A differenza dell’ultimo “Facebook down” dello scorso 20 novembre, non sono coinvolti altri continenti. Diverse sono anche le modalità: se quindici giorni fa le pagine non si aggiornavano o lo facevano con lentezza, oggi gli utenti vengono disconnessi dalla piattaforma.

FACEBOOK DOWN – Ogni tanto capita che il più famoso social network del mondo, Facebook, vada in down, crolli, non funzioni correttamente o affatto.

Facebook down 20 novembre 2018

Brutta giornata per Facebook e Instagram. Martedì 20 novembre 2018 i due social non sono raggiungibili o stanno andando a rilento in buona parte d’Europa. Il sito di Facebook è down.

Campagna regione lazio

I disguidi peggiori si registrano a Londra, Parigi, Varsavia e Budapest. Ma si segnalano problemi ovunque, da Madrid ad Amsterdam, da Amburgo a Bruxelles, e anche negli Stati Uniti.

Il social di Mark Zuckerberg non è raggiungibile nemmeno in alcune parti d’Italia: anche per chi riesce a usare la piattaforma si registrano comunque ritardi nella pubblicazione dei post e nel caricamento delle pagine.

A questo link una mappa utile per seguire in tempo reale le segnalazioni sul down di Facebook.

Facebook ha confermato di aver problemi di natura tecnica e di star “verificando e lavorando a una soluzione”.

A riportare per primi l’interruzione sono stati gli utenti, che si sono riversati su Twitter per comunicarla, facendo di #FacebookDown un hashtag top.

Anche Instagram segnala problemi, soprattutto a Londra, ma anche in Francia, Spagna e Germania, Russia e Olanda. Più leggeri sembrano gli effetti del disguido in Italia.

(QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)