Me

Renzo Arbore: carriera e vita privata del protagonista del nuovo show Rai “Guarda… Stupisci”

Tutto quello che c'è da sapere sul conduttore, showman e clarinettista foggiano

Immagine di copertina

Guarda Stupisci Renzo Arbore | Carriera | Vita privata | Mara Venier | Età | Nino Frassica | Andrea Delogu | Gianni Boncompagni

GUARDA STUPISCI RENZO ARBORE – Quando Renzo Arbore torna a fare tv è sempre una notizia. Sì perché l’artista foggiano, oltre ad essere un noto cantautore e clarinettista, ha scritto pagine importanti della storia della televisione, da Quelli della notte a Indietro tutta.

Arbore è il protagonista di un nuovo show, Guarda… Stupisci, in onda in prima serata il 12 e 19 dicembre 2018 su Rai 2.

Una doppia serata, realizzata all’interno degli studi del Centro di produzione tv Rai di Napoli, per ripercorrere e soprattutto far conoscere ai più giovani il grande repertorio della canzone umoristica napoletana.

Il programma, il cui sottotitolo è Modesta e Scombiccherata Lezione sulla Canzone Umoristica Napoletana, vedrà anche la partecipazione di Nino Frassica e Andrea Delogu.

Si ricompone quindi lo stesso trio che lo scorso anno aveva realizzato un altro successo “arboriano”, sempre trasmesso da Rai 2, “Indietro tutta 30 e lode”.

Per ogni puntata saranno presenti inoltre ospiti a sorpresa e ci sarà l’Orchestra Italiana ad accompagnare Arbore nel corso delle due serate.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SU GUARDA… STUPISCI

Guarda Stupisci Renzo Arbore | Carriera

Nato a Foggia il 24 giungo 1937, Renzo Arbore si laurea a Napoli in Giurisprudenza.

Già da ragazzino è evidente la sua passione per la musica, in particolare jazz.

Nel 1964, dopo aver vinto un concorso, entra in Rai. Stringe una forte amicizia e un sodalizio artistico con Gianni Boncompagni, con il quale realizza trasmissioni  radiofoniche storiche come Alto gradimento, Per voi giovani e Bandiera gialla.

Uno dei suoi primi successi televisivi  è L’altra domenica, tra il 1976 e il 1979, con la quale si poneva in diretta concorrenza con la contemporanea Domenica In di Corrado.

Negli anni Ottanta le trasmissioni televisive di Arbore più sperimentali, diventate dei veri e propri cult, capaci di creare veri e propri tormentoni: Quelli della notte, trasmissione di Rai 2 del 1985, in cui una serie di personaggi comici e intellettuali si riunivano in una notte surreale e un po’ cialtrona.

Il programma ha lanciato numerosi volti noti, su tutti Nino Frassica, nel ruolo di Frate Antonino da Scasazza.

Un’altra trasmissione di enorme successo fu  Indietro tutta!, in onda tra il 1987 e il 1988. Il programma stigmatizzava l’invadenza della televisione di tipo più commerciale, ridicolizzandone usi e costumi.

Uno dei simboli dello show fu il gruppo di ballerine brasiliane del Cacao Meravigliao che rappresentavano un surreale sponsor e le Ragazze Coccodè, un ridicolo corpo di ballo.

Nel 1986 Arbore partecipa al Festival di Sanremo con la canzone ironica Il clarinetto e si piazza al secondo posto.

Nel 1990 conduce Il caso Sanremo, un finto processo con Lino Banfi e Michele Mirabella.

Nel 2005 Rai 1 trasmette un programma amarcord, Speciale per me, una sorta di mercatino di modernariato televisivo.

Guarda Stupisci Renzo Arbore | Vita privata

Dopo un legame negli anni Sessanta con la cantante Vanna Brosio, ha avuto una relazione con la cantante romana Gabriella Ferri.

Campagna regione lazio

Nel decennio successivo ha avuto una lunga storia d’amore con l’attrice Mariangela Melato.

Successivamente è stato legato alla conduttrice Mara Venier fino al 1997. Nel 2007 è tornato nuovamente con la Melato, ed è stato con lei fino al giorno della morte di Mariangela avvenuta l’11 gennaio del 2013.