Me

È morto il 18enne che ha accoltellato la madre durante una lite in casa

Il dramma a Broni, in provincia di Pavia. La donna si salverà. Niente da fare, invece, per il figlio che l'ha aggredita

Immagine di copertina
Credit: AFP/Getty Images

È morto il 18enne che ha accoltellato la madre a Broni, in provincia di Pavia. Alessio Di Leo, questo il nome del giovane, si era scagliato contro la donna – che si salverà – al culmine di una lite scoppiata per “futili motivi”.

Dopo aver lasciato la madre, ferita, in una pozza di sangue il giovane ha prima cercato di aggredire anche il fratello di 20 anni, che era in casa. Poi si è chiuso in camera e lì si è inferto una serie di ferite al collo.

Ferite che, purtroppo, si sono rivelate fatali. Il 18enne è infatti deceduto in ospedale dove era stato ricoverato in terapia intensiva: inutile l’intervento chirurgico d’urgenza al quale era stato sottoposto.

Troppo gravi le ferite che si era auto inferto. Da subito le sue condizioni erano considerate “disperate”. Dopo diverse ore di agonia, il giovane è deceduto.

La cronaca del tentato omicidio e del suicidio di Broni

Era da poco passata la mezzanotte tra mercoledì 5 e giovedì 6 dicembre quando, al culmine di una lite, Alessio Di Leo ha accoltellato la madre. Poi ha cercato di aggredire il fratello Simone, che però si è difeso.

Così è corso in camera sua e con la stessa arma si è pugnalato più volte al collo.

Il dramma in un’abitazione all’ultimo piano di via Togni: inutile per il giovane il ricovero d’urgenza al Policlinico San Matteo di Pavia. La madre, invece, colpita tra la spalla e il petto, si salverà.

Non è chiaro quale sia stata la scintilla che ha innescato la lite: secono le testimonianze dei vicini sembra che i due stessero litigando per motivi economici.

I due sono stati soccorsi dall’altro figlio della donna, e fratello maggiore del ragazzo, di vent’anni, che subito ha chiamato il 118.