Me

Dalla cerimonia del peso ai regali bizzarri: il protocollo reale della Royal Family a Natale

Lo sapevate che gli ospiti sono costretti a pesarsi prima e dopo la cena natalizia? E che la Regina vuole solo regali poco costosi e scherzosi? Ecco come si svolge il bizzarro Natale della Royal Family

Immagine di copertina
La regina Elisabetta II. Credit: AFP

Anche il giorno di Natale la famiglia reale britannica ha delle regole precise da rispettare. Il protocollo vale ogni giorno dell’anno, ma durante le festività natalizie riesce a essere ancora più insolito e curioso.

Regola numero 1

Il Natale si festeggia solo a Sandringham

Per celebrare il Natale la Royal family si sposta a Sandringham, la residenza di campagna nella contea di Norfolk, in Inghilterra. Qui la famiglia reale trascorre le feste natalizie.

Sandringham Estate è una tenuta da 8000 ettari rivestita di mattoni rossi. La residenza venne acquistata nel 1862 al prezzo di 220 sterline dalla Regina Vittoria per il futuro Re Edoardo VII, che la utilizzava per il suo passatempo preferito, la caccia. Da allora Sandringham diventò la residenza invernale per quattro generazioni della famiglia reale britannica.

Si raccontano aneddoti particolari sulla residenza di Sandringham, il più curioso è quello del re Edoardo VII e la sua passione per la caccia. Una passione talmente forte che portò il re a ordinare di riposizionare tutti gli orologi della tenuta a mezz’ora prima del Tempo medio di Greenwich, al fine di massimizzare le ore diurne invernali. Il fatto passò alla storia come “Sandringham Time”.

“Cara vecchia Sandringham, il luogo che amo di più di qualsiasi altra parte del mondo. Sono sempre stato felice qui e adoro questo posto”. Queste le parole di Re Giorgio V sulla residenza di campagna.

Sandringham House. Credit: Ian Burt

Regola numero 2

Rispettare l’ordine di arrivo degli ospiti

Il Natale con la famiglia reale non è una di quelle feste a cui ti puoi imbucare all’ultimo minuto. E persino per gli invitati esclusivi ci sono delle regole da rispettare, una tra queste è l’ordine d’arrivo alla residenza invernale.

I padroni di casa sono i primi ad arrivare, e con largo anticipo rispetto agli altri. La regina Elisabetta e il consorte principe Filippo arrivano a Sandringham qualche giorno prima per sovrintendere che tutti i preparativi vadano per il verso giusto.

Il resto degli ospiti deve rispettare l’ordine di arrivo pianificato in base all’anzianità. I membri più giovani della Royal family: Harry e Meghan, William e Kate e i tre bambini, sono i primi ad arrivare, mentre Carlo e Camilla devono essere obbligatoriamente gli ultimi, questo perché il primogenito di Elisabetta è diretto erede al trono.

Questo Natale inoltre è previsto un ospite speciale, la Regina avrebbe deciso di invitare la madre di Meghan Markle, Doria Ragland. È un evento unico in quanto verrebbe considerato come uno strappo al protocollo reale.

Regola numero 3

Il programma: 24 e 25 dicembre, la Vigilia e il giorno di Natale

Oltre al planning relativo all’ordine di arrivo degli ospiti bisogna anche attenersi al programma preciso che la Regina prepara per le feste natalizie. Ogni attività viene schedulata e fissata a un orario preciso.

Gli ospiti ricevono il programma prima della partenza verso la residenza dove si trascorre il Natale.

In generale gli appuntamenti fissi sono: la cena della vigilia, la colazione di Natale, la Messa alla St Mary Magdalene Church di Sandringham, il pranzo del 25 dicembre, il cui piatto principale da tradizione è il tacchino ripieno, e la cena.

La vigilia di Natale. L’appuntamento per la vigilia di Natale è previsto per le ore 18 nel salotto rosso di Sandringham. Qui si scartano i regali.

Il 24 dicembre si cena a lume di candela alle 20. I bambini cenano in un tavolo separato. Il dress code è abito lungo per le signore e black tie per i signori.

Il giorno di Natale. Dopo la colazione, la famiglia reale si veste per l’occasione e partecipa alla Messa alla St Mary Magdalene Church di Sandringham. Poi si prepara per il pranzo, mangiano il tacchino ripieno, e alle tre del pomeriggio si siedono tutti insieme davanti alla tv per guardare il discorso natalizio alla nazione della sovrana britannica. La sera è prevista la cena.

Regola numero 4 

I regali 

Le regole della Regina Elisabetta per i doni di Natale sono molto rigide, i regali devono essere rigorosamente poco costosi e divertenti e scherzosi.

Il via all’apertura dei regali lo deve dare solo ed esclusivamente il principe Filippo. I regali si aprono alla vigilia, il 24 dicembre quindi. Durante l’apertura dei regali viene servito il tè.

Campagna regione lazio

Kate Middleton è entrata nelle grazie della Regina Elisabetta quando ha regalato alla sovrana britannica un vasetto di chutney, vale a dire una marmellata fatta con le sue mani seguendo la ricetta di sua nonna. La duchessa di Cambridge è stata geniale anche nella scelta dei regali degli scorsi anni. Al cognato Harry, quando ancora non era fidanzato con l’attuale moglie Meghan, aveva regalato un kit per costruirsi una fidanzata finta.

Anche il principe Harry ha preso alla lettera le regole che la Regina ha imposto per i regali scambiati a Natale. Un anno ha donato alla nonna sovrana una cuffia da doccia con su scritta una frase decisamente scherzosa, al limite dell’eleganza: “Ain’t life a bitch”, traducibile con “La vita non è una merda”.

Meghan Markle nel Natale del 2017 ha rispettato il protocollo dei regali scherzosi alla perfezione. Per la Regina ha comprato un un criceto di peluche che canta.

Regola numero 5 

La tradizione della bilancia

Esiste un’usanza bizzarra nella famiglia reale britannica, gli ospiti di Sandringham invitati per celebrare il Natale devono pesarsi.

Assurdo ma vero, questa insolita tradizione risale ai primi del 1900, ai temi del re Edoardo VII. Ogni ospite all’arrivo a Sandringham deve rispettare la cerimonia del peso pre e post cena di Natale. La Regina invita i suoi ospiti a pesarsi su un’antica bilancia per assicurarsi che siano stati adeguatamente nutriti.