Me

“Lui non ci sarà”, Salvini usa i suoi “nemici” per promuovere la manifestazione dell’8 dicembre

Immagine di copertina

Prendersela con i suoi “nemici”, con un tono di superiorità e quasi compatimento. È uno dei tanti stili comunicativi di Salvini, che spesso tira in ballo i suoi contestatori più famosi. In passato “brindisi” ed “abbracci” dedicati a personaggi come Roberto Saviano, Asia Argento, Laura Boldrini, Oliviero Toscani, non si sono contati.

Adesso è il turno degli anti-testimonial. In occasione della manifestazione a Roma dell’8 dicembre 2018, il vicepremier lancia una campagna con le foto dei suoi più acerrimi nemici e la didascalia “Lui/lei non ci sarà”.

Tra coloro che sono stati, loro malgrado, scelti, per la promozione dell’evento ci sono Roberto Saviano, Matteo Renzi, Maria Elena Boschi, Paolo Gentiloni, Piero Fassino, Mario Monti, Elsa Fornero e Laura Boldrini, Jean Claude Juncker e il presidente francese Emmanuel Macron.

E ancora, Oliviero Toscani, Fabio Fazio, Fabrizio Corona e Asia Argento, Chef Rubio, Gemitaiz e Salmo.

Oltre ai “nemici noti”, Salvini usa le immagini di contestatori comuni.

La manifestazione dell’8 dicembre

Sabato 8 dicembre a Roma si tiene una grande manifestazione organizzata dalla Lega. “Sarà un test delle capacità organizzative della nuova struttura di partito che si sta creando nella Capitale e nel Lazio”, si legge nel comunicato di presentazione.

La manifestazione inizia alle ore 11 a Piazza del Popolo.

Come spiegano gli organizzatori, si tratta di una mobilitazione “a sostegno del nostro leader e Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e delle politiche che la Lega sta attuando per restituire dignità agli italiani”. La Lega sta organizzando decine di punti d’incontro in tutta Italia per permettere ai militanti di tutta Italia di partecipare all’evento.

“Si sta organizzando una rete di pullman che partiranno anche in piena notte per portare l’esercito di simpatizzanti del Capitano nel cuore di Roma”, spiegano ancora gli organizzatori.