Me

Rimprovera gli studenti sdraiati sui sedili del treno, l’uomo viene massacrato di botte dal gruppo

Immagine di copertina

Su un treno regionale Lecco – Milano Porta Garibaldi, un uomo è stato assalito e massacrato di botte da un gruppo di studenti. Il 55enne brianzolo era insieme all moglie, quando ha chiesto a cinque ragazzi di mettersi seduti sui sedili per fare spazio agli altri passeggeri che si trovavano in piedi nel vagone.

Il gruppo di studenti stravaccati sui sedili del treno, non ha preso bene il “rimprovero” dell’uomo e hanno iniziato a picchiarlo brutalmente.

La vicenda è avvenuta nella mattinata di venerdì 30 novembre 2018. A fermare l’aggressione è stato un poliziotto che si trovava fuori servizio. L’agente è prontamente intervenuto e ha bloccato il gruppo di ragazzi di età compresa tra i 28 e i 25 anni.

A dare man forte al poliziotto sono accorsi gli agenti della Polizia ferroviaria che hanno bloccato i giovani aggressori sulla banchina della stazione di Monza. Tre dei cinque studenti sono stati arrestati per lesioni aggravate in concorso, mentre altri due sono denunciati a piede libero. Tra i giovani anche una ragazza.

L’uomo aggredito sotto gli occhi impietriti della moglie è stato subito dopo portato in ospedale, dove è stato medicato e sottoposto ad accertamenti per una frattura allo zigomo e una all’orbita oculare sinistra. Il 55enne rischia ora di dover affrontare un intervento chirurgico per le lesioni subite.