Me

Perché siamo così attratti dal sesso a tre? Lo spiega uno studio scientifico

Più persone, più godimento? I risultati dello studio del ‘Journal of Sexual Archives Researchers’

Immagine di copertina

Il sesso a tre fa fantasticare tanti: lo dice uno studio. L’’82 per cento degli uomini e il 31 per cento delle donne sono interessati al sesso a tre, ma con una differenza: l’uomo preferisce conoscere la persona aggiuntiva.

  • Così i robot del sesso stanno rivoluzionando le relazioni umane

Lo studio

 Lo studio sui ménage à trois è uscito sul ‘Journal of Sexual Archives Researchers’. La ricerca sottolinea che la maggior parte degli uomini ci ha fantasticato su e la maggior parte delle donne l’ha proposto. Il sesso a tre esercita grande fasciano per diversi motivi, sia su chi vuole sentirsi al centro del piacere sia su chi ama dare piacere agli altri.

L’uomo preferisce conoscere la persona aggiuntiva, la donna vuole conoscere la coppia solo nel caso in cui è lei la terza aggiunta. Ad ogni modo, c’è sempre molta discrepanza fra fantasia e realtà, e molti preferiscono non infrangere tabù e farla restare una eccitante immaginazione.

Le fantasie e l’immaginario

Ma davvero poi raddoppia il godimento e la gioia? Non tutte le fantasie devono diventare per forza realtà.

Nelle serie tv il ménage à trois è quasi routine ormai, vedi l’episodio “Third Wheel” di ‘How I Met Your Mother’, o il ‘Saturday Night Live’ dove a mimare l’orgia erano Justin Timberlake, Andy Samburg e Lady Gaga. E anche nel cinema c’è un ideale del sesso a tre, come in The dreamers di Bernardo Bertolucci.

I rischi

Il sesso a tre è più rischioso, per lo scambio di fluidi corporali multipli e la trasmissione di infezioni più probabile.

Lo studio spiega che  “Ad ogni atto sessuale, bisogna mettere una nuova barriera. Ad esempio se si passa da una fellatio a una penetrazione, va cambiato preservativo, per il cunnilingus con estranei va usata la diga dentale”.