Me

G20, Conte: “L’Italia presiederà il summit nel 2021”

Durante il discorso di chiusura del G20 il Premier Conte ha annunciato la presidenza dell'Italia

Immagine di copertina
il Premier Conte

“L’Italia presiederà il G20 del 2021”. Lo ha annunciato il premier, Giuseppe Conte, spiegando che ciò è stato deciso in accordo e su richiesta dell’India che sara’ presidente di turno nel 2022.

Conte lo ha dichiarato nel suo discorso finale in Argentina, dove si è chiuso il primo dicembre il G20.

Cosa hanno deciso i leader

C’è stato un accordo su commercio e migranti, sul clima resta il no degli Stati Uniti.

Dopo una nottata di complessi negoziati, si è giunti ad una sintesi per superare le divergenze sui temi chiave del vertice. I leader del G20 hanno trovato un’intesa su commercio e migranti, ma sul clima i Grandi del mondo restano spaccati. I Paesi firmatari dell’accordo di Parigi confermano che quel documento è “irreversibile” e gli impegni previsti vanno attuati, ma gli Usa ribadiscono la loro contrarietà. I 20 Grandi vedono con favore “la forte crescita globale”, ma sottolineano che è “sempre meno equilibrata”.

Ciononostante, gli Stati Uniti hanno ribadito il loro impegno per la crescita economica basata su “l’uso di tutte le fonti e le tecnologie energetiche”, e anche alla tutela ambientale.

Venerdì 30 novembre e sabato primo dicembre 2018 è tenuto a Buenos Aires, in Argentina, il G20 il Forum dei leader, dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali creato nel 1999.

Alla fine della due-giorni, la firma di una dichiarazione finale che impegni i partecipanti a rispettare gli obiettivi fissati nel corso degli incontri tenutesi a Buenos Aires. Nel corso della due-giorni sono anche previsti incontri bilaterali tra i leader presenti. L’incontro in programma tra Trump e Putin è stato cancellato, in seguito alla crisi tra Russia e Ucraina (qui i dettagli).

I principali temi del G20 sono economia e finanza, ma i leader riuniti in Argentina discuteranno anche di mercato del lavoro, sviluppo sostenibile, questione di genere, salute e lotta contro il terrorismo.

Insieme, i membri del G20 rappresentano l’85 per cento del Pil globale, due terzi della popolazione mondiale e il 75 per cento del commercio internazionale.