Me

Violenze sulle donne, a Milano pubblicità shock con una donna uccisa

Il comune ha fatto rimuovere il manifesto immediatamente

Immagine di copertina

Una donna ammazzata, immersa in una pozza di sangue e un’altra con un serial killer alle spalle pronto a colpirla con un’accetta.

Le immagini accompagnate dalla scritta “Price killer. Black Friday“. Così la pubblicità shock che è apparsa sulle vetrine di un negozio di Corso Venezia, nel centro di Milano.

Il manifesto è comparso alla vigilia della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. La denuncia della pubblicità è stata lanciata su Facebook dal medico anestesista, Mercedes Lanzilotta.

La donna ha chiesto l’immediata rimozione del manifesto pubblicitario appellandosi anche al sindaco di Milano Giuseppe Sala.

La richiesta della donna è stata immediatamente accolta, visto che dopo qualche ora il Comune ha inviato un funzionario e la pubblicità è stata rimossa.

“…accade che la violenza contro le donne divenga humus commerciale nel pieno centro di Milano. Chiediamo alla Philipp Plein Corso di Porta Venezia Milano di rimuovere questa oscenità, chiediamo l’immediato intervento del Comune di Milano per fermare un oltraggio a tutte le donne”, è il messaggio che accompagna le foto pubblicato da Mercedes Lanzilotta su Facebook.

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: ecco tutte le iniziative in Italia

Anche quest’anno, come il 25 novembre di ogni anno, verrà celebrata la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne.

La Giornata è una ricorrenza che è stata istituita ormai quasi dieci anni fa – esattamente il 17 dicembre 1999 – dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione 54/134. Ogni 25 novembre i paesi sono invitati ad organizzare eventi ed iniziative al fine di sensibilizzare la propria cittadinanza sul tema della violenza contro le donne e il femminicidio.

Quest’anno in particolare, a seguito di una decisione di UN Women – l’agenzia Onu che si occupa dei diritti delle donne – eventi ed iniziative sul tema si protrarranno fino al 10 dicembre 2018.