Me

Mantova, tragedia familiare: dà fuoco alla casa con dentro moglie e figlio. Morto il bambino

L'uomo, italiano, a quanto si è saputo avrebbe ricevuto quattro giorni fa un divieto ad avvicinarsi alla casa familiare emesso dal gip di Mantova

Immagine di copertina

A Sabbioneta, in provincia di Mantova, un uomo ha dato fuoco alla sua abitazione con all’interno la moglie e il figlio di 11 anni.

Sul posto sono intervenuti i medici del 118 e i Vigili del Fuoco di Mantova: hanno estratto il bambino di 11 anni dall’abitazione avvolta dalle fiamme. Il piccolo, cui era stato segnalato un arresto cardiaco, era stato rianimato ma, trasportato d’urgenza all’ospedale di Oglio Po, è morto poco dopo.

L’uomo è stato fermato da una pattuglia della polizia stradale a Casal Maggiore nel Cremonese e portato in caserma. Secondo le prime informazioni, avrebbe ricevuto quattro giorni fa un divieto ad avvicinarsi alla casa familiare della ex moglie emesso dal gip di Mantova.

I carabinieri stanno ricostruendo le ore precedenti alla tragedia.

Intanto a Sabbioneta proseguono i lavori di spegnimento e messa in sicurezza della casa andata in fiamme.

Notizia in aggiornamento