Me

Si lamenta perché la foto del figlio ha ricevuto pochi like su Instagram: blogger attaccata dagli utenti sui social

La donna, prima di rimuovere l'immagine, ha scritto nel post: "Forse non ho colto l'algoritmo giusto"

Immagine di copertina

Dispiaciuta perché ha ricevuto pochi like alla fotografia del figlio postata sul proprio profilo Instagram. La blogger di lifestyle, Katie Bower, è stata travolta dalle polemiche sui social dopo essersi lamentata degli esigui apprezzamenti rivolti al bambino.

La donna, quindi, ha provveduto a rimuovere l’immagine raffigurante il figlio di sei anni. Ma gli utenti hanno protestato ugualmente.

La notizia è stata riportata dall’Independent.

Lo sfogo della mamma che ha ricevuto pochi like al post del figlio

“Ragazzi, sarò completamente onesta… a Instagram non è mai piaciuto il mio ‘piccolino’ e questa cosa mi uccide. Le sue foto non hanno mai ottenuto tanti like. Mai ricevuto commenti. Da un punto di vista statistico, non è popolare. Forse perché le sue immagini non hanno mai colto l’algoritmo giusto – ha scritto la ragazza sul social – […] Lo dico perché voglio credere che non è stata colpa sua, ma mia. Una mia insufficienza ha causato questo deficit statistico: ovviamente il mio bambino dovrebbe ottenere occhi a cuore (emoji, ndr) e tanto amore”.

La bolgger ha anche aggiunto: “So che merita tutti i like possibili, indipendentemente dal fatto che un estraneo glieli dia o meno. E al suo sesto compleanno sono grata di sapere che – al di là di cosa pensino gli altri di me o dei miei figli o del mio matrimonio o della mia casa, della mia vita o del mio tutto – tutto ciò è 1000000000x volte meglio nella realtà che in qualsiasi foto”.

Non finisce qui. La Bower ha sostenuto nel post: “Ho fatto tutto questo perché so che un giorno il mio bambino vedrà i numeri e dovrà imparare che il suo valore non risiede nell’approvazione online. […] L’ho imparato anch’io”.

La bufera sui social

Le accuse – numerose – arrivate dai social, nei confronti della madre, sono di aver reso il figlio un “personal brand”.

“Il valore di tuo figlio è misurato dai “Mi piace”? Sei un modello terribile di madre. Il tuo post rovinerà questo ragazzo” ha commentato un’utente su Twitter.

Le fa da spalla un’altra: “Spero che Katie Bower pensi prima di scrivere. E spero che suo figlio non veda mai il suo post su Instagram o su internet. Mi ha spezzato il cuore. Sono una zia, non lo farei mai. Ogni bambino è diverso, ma l’amore è lo stesso”.