Me

È scoppiata un’epidemia di varicella in una scuola no vax

Su 152 studenti, 110 non avevano fatto il vaccino contro il virus

Immagine di copertina

Non si registrava un’epimedia di varicella così ampia da almeno due decenni. È successo in Nord Carolina, negli Stati Uniti, in una scuola in cui è presente una delle comunità più grandi di no vax.

L’epidemia di varicella

Secondo l’Asheville Citizen-Times, venerdì 16 novembre 2018, a trentasei alunni dell’Asheville Waldorf School è stata diagnosticata la malattia. Dei 152 studenti, infatti, 110 non hanno fatto il vaccino per il virus della varicella. L’istituto ha uno dei più alti tassi di esenzione religiosa dello Stato, fattore che consente agli scolari di saltare la vaccinazione.

“La scuola coopera pienamente con i funzionari sanitari locali ed è conforme a tutte le leggi del Nord Carolina”, ha detto alla BBC un portavoce dell’istituto.

“I genitori dei nostri studenti possono fare le scelte che ritengono più opportune. Noi, come scuola, non discriminiamo in base alla storia medica di una famiglia o alle condizioni mediche di un bambino”.

I funzionari sanitari locali, comunque, stanno monitorando la situazione, ha fatto sapare il Dipartimento sanitario della Contea di Buncombe. Ma la dirigente della zona, Jennifer Mullendore, ha affermato: “Vogliamo essere chiari: la vaccinazione è la miglior protezione contro la varicella”.

La legislazione del Nord Carolina richiede alcune vaccinazioni – tra cui quelle contro la varicella, il morbillo e la parotite negli asili – ma lo Stato prevede esenzioni mediche e religiose.

La maggior parte delle religioni non proibisce la vaccinazione. Negli ultimi anni, però, alcuni genitori hanno avuto paura delle eventuali conseguenze negative dei vaccini.

Quanto è grave la varicella?

La varicella è un’infezione virale che provoca vesciche, prurito e febbre. Nei casi più gravi, può portare a complicazioni come infiammazione al cervello, polmonite e morte.

Il virus si diffonde attraverso il contatto, la tosse o gli starnuti.

Il vaccino contro la varicella è stato autorizzato negli Stati Uniti nel 1995. Secondo il Centers for Disease Control and Prevention, la vaccinazione ha impedito 3,5 milioni di casi di varicella, 9.000 ricoveri e 100 decessi all’anno in America.