Me

Game of Thrones, la HBO annuncia la data di uscita dell’ultima stagione: aprile 2019

L'ottava stagione sarà composta di soli sei episodi e, secondo HBO, "non saranno lunghi due ore l'uno"

Immagine di copertina
L'ottava stagione sarà anche l'ultima della serie. Credits: HBO

Game of Thrones 8 uscita aprile 2019 | L’inverno è arrivato. HBO ha rilasciato il primo trailer che annuncia la data di uscita di Game of Thrones 8: aprile 2019

I fan sapevano già dal 2017 che l’ottava stagione di Game of Thrones sarebbe stata anche l’ultima.

Il programming chief di HBO Casey Bloys ha aggiunto poi altri dettagli, assicurando che il trailer ufficiale dell’ultima stagione arriverà entro la fine del 2018 e che, a quanto ne sappia, nessuna delle rimanenti sei puntate arriverà alle due ore di durata.

Era stato però annunciato in precedenza che gli episodi sarebbero durati all’incirca 80 minuti ciascuno.

Bloys era stato anche il primo ad annunciare nel 2016 che l’ottava stagione sarebbe anche stata l’ultima.

“Gli sceneggiatori hanno un piano molto preciso in mente sul numero di stagioni che vogliono. Se potessi convincerli chiederei loro di fare altre dieci stagioni. Ma ci fidiamo del fatto che sappiano quello che stanno facendo per portare in scena la migliore serie possibile”, aveva detto.

Cosa sappiamo per ora dell’ultima stagione di Game of Thrones

Game of Thrones, che può vantare il record per il più grande numero di Emmy vinto da una serie drammatica, ha intenzione di superarsi per la sua ottava stagione.

Se ognuno degli episodi della settima stagione sono costati all’incirca 10 milioni di dollari, le ultime sei puntate della serie arriveranno a costare 15 milioni a episodio.

Queste puntate, che mettono la parola fine a una serie in onda dal 2011 e che ha tenuto attaccate allo schermo milioni e milioni di persone in tutto il mondo, arriveranno probabilmente molto prima degli ultimi libri delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin, da cui Il Trono di Spade è tratto.

Per ora, si sa del casting di alcuni nuovi personaggi. Ci saranno una “ragazza del nord” di circa otto anni, un altro bambino della stessa età proveniente da una famiglia povera, di cui non si conoscono ancora i volti.

Il leader della Compagnia Dorata di Essos, assoldata da Cersei Lannister per aiutarla a conquistare Westeros una volta per tutte, sarà interpretato da Marc Rissman.

L’attrice Danielle Calligan, poi, aveva pubblicato su uno dei propri profili online che sarebbe apparsa nel ruolo di una misteriosa nuova donna di nome Sarra nell’ultima stagione. L’annuncio è stato presto ritirato dal suo profilo, ma rimane uno screenshot.

Attorno al contenuto dell’ultima stagione c’è la più assoluta riservatezza. 

L’anno scorso la HBO aveva fatto sapere che stava pensando di girare più finali per l’ottava e ultima stagione di Game of Thrones per confondere gli hacker ed evitare gli spoiler.

Altri accorgimenti sono stati presi anche per assicurarsi che “nessuno capisca davvero cosa sta accadendo”.

Di recente Emilia Clarke, l’attrice che interpreta Daenerys, ha fatto sapere che la HBO sta davvero girando dei finali alternativi e che nemmeno lei sa con certezza qual è il vero finale della serie.

Secondo l’attrice, David Benioff e D.B. Weiss, i creatori della serie, starebbero girando alcuni finali finti, oltre ad aver deciso di tenere nascoste al cast alcune informazioni.

“Credo che non si fidino nemmeno di noi”.

Ma Sophie Turner, l’attrice che presta il volto a Sansa Stark, ha lanciato qualche frecciatina agli amanti della serie anticipando che l’ottava stagione sarà la più sanguinosa di sempre.

Secondo gli ultimi dati, ad ora sono morti più di 170mila personaggi tra uomini, White Walkers, lupi e draghi.

Il fatto che nessuno dei personaggi sia mai veramente al sicuro dall’ira degli sceneggiatori e di Martin è una battuta ricorrente tra i fan. 

Ma secondo quanto rivelato in un’intervista da Turner, nella prossima stagione ci sarà un numero di morti superiore a quello di tutti gli episodi messi insieme.

“Posso dirti che ci sarà sicuramente una riunione di tanti personaggi. Tutti si stanno unendo per combattere il nemico che incombe. C’è molta tensione tra questi piccoli gruppi, tutti pronti a lottare per ciò che pensano sia giusto. È Game of Thrones, quindi sarà più sanguinoso e più mortale e più emozionante di tutti gli anni precedenti!”, ha detto.