Me

Videoscheda: il prezzo della benzina in Italia e nel mondo

Costo benzina in Italia e nel mondo

Videoscheda a cura di Next New Media.

In Italia paghiamo la benzina più cara tra i Paesi dell’Unione europea e del G20, del 10 cento più salata rispetto alla Francia in questi giorni scorsi è scoppiata una violentissima protesta per i costi del carburante.

Quanto pesano le tasse e quanto è aumentata la benzina negli ultimi anni? Se guardiamo indietro nel tempo l’Italia paga oggi una delle benzine più care di sempre.

In Italia la benzina a ottobre 2018 costa in media 1,65 euro al litro, di cui circa un euro in tasse. In Francia, dove migliaia di persone sono scese in strada contro il caro carburante, la benzina costa in media il 10 per cento in meno.

Il contratto di governo siglato da Movimento Cinque Stelle e Lega prevede la “cancellazione delle componenti anacronistiche” delle accise. Tuttavia nella manovra finanziaria varata dall’esecutivo non c’è traccia di interventi che vadano in questa direzione.

In base ai dati di ottobre 2018, nel mondo la benzina più cara si trova a Hong Kong, dove un litro costa in media 1,85 euro.

Perché in Italia la benzina costa così tanto

Il motivo principale sono le tasse, che incidono per il 64 per cento del prezzo totale, contro il 36 per cento rappresentato dal prezzo industriale. A dirlo sono gli ultimi dati del Ministero per lo sviluppo economico di maggio 2018.

Il prezzo può essere rincarato da parte dell’operatore, fino a un massimo del 7 per cento, il cosiddetto prezzo alla pompa.

Per rendersi conto quanto pesino le tasse sul carburante in Italia basta fare un confronto con il resto del mondo: negli Stati Uniti le tasse incidono per il 18 per cento. Un litro di benzina può arrivare a costare 3 volte in meno che in Italia.