Me

Bruxelles, uomo accoltella agente di polizia: si indaga per terrorismo

Immagine di copertina
Immagine di repertorio

Il 20 novembre un agente di polizia a Bruxelles è stato accoltellato davanti alla sede del commissariato centrale vicino la Grand’Place da un uomo che avrebbe gridato “Allah akbar” prima di scagliarsi contro l’agente di polizia.

La procura di Bruxelles ha aperto un’indagine per “tentato omicidio in un contesto terroristico”, secondo quanto riferiscono i media belga.

“Non siamo ancora riusciti a stabilire con certezza il movente dell’autore. L’uomo non è ancora stato ascoltato ma i testimoni lo hanno sentito gridare Allahu akbar”, ha dichiarato Ine Van Wymersch, il portavoce del procuratore.

Il poliziotto è stato ferito al collo ma non è in gravi condizioni, secondo quanto riportato dall’emittente francese RTBF.

L’uomo che ha accoltellato l’agente è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco sparati dai colleghi dell’agente ed è ricoverato in ospedale.

L’uomo non sarebbe stato conosciuto come un estremista islamico radicalizzato, ma a suo carico ci sono precedenti per detenzione di armi e tentato omicidio.

Il presidente Macron è in visita a Bruxelles.

Notizia in aggiornamento