Me

Alitalia, i commissari della compagnia accettano l’offerta di Ferrovie dello Stato

Immagine di copertina

I commissari della compagnia Alitalia hanno accettato l’offerta di Ferrovie dello Stato. Secondo quanto si apprende, avrebbero mandato una lettera a Fs in cui scrivono che l’offerta “è stata positivamente valutata sentito il ministero vigilante”, vale a dire il Ministero dello Sviluppo Economico.

L’ad Gianfranco Battisti, a margine della presentazione del nuovo orario in vigore dal 9 dicembre 2018 a Milano, aveva dichiarato: “Abbiamo fatto l’offerta. Aspettiamo che il Mise ci confermi se l’hanno accettata o meno. Noi siamo convinti della bontà a livello industriale del progetto: ci crediamo”.

“Alcune evoluzioni di mercato che si stanno aprendo fanno sì che dovremmo integrarlo con altre opportunità che si stanno venendo a creare”, ha spiegato Battisti, che conta di avere un definitivo piano di azione entro un paio di mesi.

“Noi siamo convinti della bontà a livello trasportistico del progetto. Ci crediamo”, ha aggiunto.

Inoltre, Battisti ha premesso che è stato avviato un piano con possibili partner industriali, tra cui EasyJet che ha registrato “una grande attenzione sulla capacità progettuale” del gruppo. “Presto saremo nelle condizioni di poter annunciare qualcosa di concreto”, ha concluso.

Il nuovo orario di Fs – Il gruppo orario ha presentato il nuovo orario invernale, che promette un aumento dell’offerta al sud. L’offerta complessiva sulla lunga percorrenza si amplia con 55 nuove fermate che realizzano oltre 200 nuovi collegamenti.

Il Frecciarossa abbrevierà il viaggio da Torino e da Milano per la costa adriatica, consentendo di raggiungere più rapidamente la Romagna e la Puglia e collegando, per la prima volta, Torino con la città di Lecce. Saranno inoltre dieci le Frecce sulla Roma-Bari nel fine settimana, con l’introduzione di due Frecciargento no stop che uniranno i due Capoluoghi in tre ore e trenta.

Nel complesso, ci saranno dieci nuovi treni al giorno, sei Frecciarossa e quattro Frecciargento.

Le due nuove corse ad alta velocità su Fiumicino Aeroporto da e per Genova, La Spezia, Pisa, Firenze si aggiungeranno alle attuali quattro corse da e per Venezia che a iniziare dal 18 dicembre saranno fatte con il Frecciarossa.

Sulla Roma-Milano ad alta velocità, i Frecciarossa salgono a 104 con 54 mila posti offerti al giorno; tra Milano e Venezia salgono a 48 per 26 mila posti e l’introduzione di una prima corsa del mattino da Milano e di un’ultima la sera da Venezia Santa Lucia. Un nuovo Frecciarossa collegherà di prima mattina Firenze con Roma e Napoli.

Aumenta anche l’offerta regionale: 24 treni al giorno tra Bologna e la Romagna e 24 corse per il nuovo servizio metropolitano tra Bologna e Imola; in Liguria, 18 collegamenti tra Savona – Genova – Sestri Levante e il ritorno del 5 Terre Express dal primo marzo.

Cresce anche l’offerta tra Roma Termini e l’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino con 16 nuove corse del Leonardo Express che diventano 126 al giorno, mentre in Campania è previsto un treno ogni 8 minuti a Napoli per attraversare in soli 20 minuti tutte le stazioni del Capoluogo campano e un treno ogni 15 da Campi Flegrei verso Pozzuoli.

Una nuova offerta completamente rivisitata per la Puglia tra Barletta e Fasano e velocizzata sulla Foggia – Bari – Lecce. Sul Passante di Palermo, 12 collegamenti in più da Punta Raisi al Capoluogo siciliano.