Me

Il discorso di Macron al parlamento tedesco: “Serve una nuova sovranità europea per non scivolare nel caos”

Il presidente francese ha chiesto all'Ue di "non lasciare che il mondo scivoli nel caos"

Immagine di copertina
Il presidente francese Macron

Nella sua visita in Germania in occasione della commemorazione delle vittime della Prima Guerra Mondiale, il presidente francese ha auspicato la creazione di legami più solidi tra il suo paese e la Germania, affermando che l’Europa “ha l’obbligo di non lasciare che il mondo scivoli nel caos” e che ” bisogna costruire una moderna, democratica, efficiente sovranità”.

Parlando di fronte al parlamento tedesco, Macron ha detto che l’Europa non deve “diventare il giocattolo nelle mani di grandi potenze” e ha chiesto che i paesi dell’Ue siano maggiormente integrati, anche grazie alla creazione di un bilancio congiunto dell’area dell’euro.

Macron ha anche chiesto il sostegno della Germania per la creazione di un esercito europeo, che a suo parere ridurrebbe la dipendenza dell’Ue dagli Stati Uniti, e l’imposizione di una nuova tassa sui giganti di Internet.

La cancelliera Angela Merkel ha sostenuto timidamente solo alcune delle proposte del presidente francese.

Nel suo discorso, Macron ha anche attaccato le forze nazionaliste “senza memoria” e ha invitato i progressisti ad unirsi per combattere le incertezze del loro tempo.

“Ci sono troppe forze che continuano a contrastarci, che interferiscono nei nostri dibattiti pubblici, che attaccano le nostre democrazie liberali e che cercano di metterci l’uno contro l’altro”, ha detto Macron.

“In questo ordine globale, che dobbiamo prendere molto seriamente, la nostra forza, la nostra vera forza, risiede nell’unità”.

La risposta della Merkel – “Con il tuo discorso hai chiarito quanto sia importante l’amicizia e la cooperazione franco-tedesca e quale ruolo le due nazioni svolgono nel contesto europeo”, ha risposto la cancelliera Merkel a Macron.

“Hai detto che siamo a un bivio e questo è esattamente ciò io stessa penso. Quelli di noi nati dopo la guerra devono tener conto delle lezioni che hanno imparato da passato”.

I leader di Francia e Germania  si sono incontrati privatamente dopo il discorso di Macron e hanno discusso di temi importanti quali migrazione, cooperazione per la difesa e riforme fiscali per le aziende digitali.

Si attende per il 19 novembre 2018 la presentazione ufficiale da parte di  Francia e Germania di un piano per un budget congiunto nell’area dell’euro.